• MARTEDÌ 20 APRILE 2021 - S. Agnese da Montepulciano

Aiuti da 1.000 a 150mila euro, sanatoria per partite Iva in difficoltà

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Gli ultimi soldi per i negozi, le palestre e tutte le altre attività investite dalle restrizioni anti-Covid sono stati stanziati a fine novembre. Poi a Natale una mini aggiunta, ma solo per bar e ristoranti. Sono passati più di due mesi, in mezzo la caduta del governo Conte. Oggi per l’esecutivo guidato da Mario Draghi la necessità di riavviare in fretta la macchina degli aiuti. Lo dice il carattere omnibus (dai vaccini alla cassa integrazione) del decreto Sostegno e lo spiega in modo altrettanto evidente lo schema degli indennizzi che è contenuto nello stesso provvedimento. La diffusione delle varianti, il quadro dei colori del Paese che si è spostato verso l’arancio-rosso, ma anche la povertà assoluta che è cresciuta e i consumi ancora depressi spingono verso un intervento che deve innanzitutto configurarsi come un risarcimento-conguaglio, seppure parziale, delle perdite del 2020. E allo stesso tempo coprire il disagio delle prossime settimane. Alle imprese tra 1.000 e 150mila euro. I criteri per ottenere ...



Sannioportale.it