• VENERDÌ 7 AGOSTO 2020 - S. Gaetano sacerdote

A 40 anni dalla Strage di Bologna: "Nar trattati come star"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


“Bologna non dimentica l’orologio fermo alle 10.25. La stazione si chiamerà ‘2 agosto’, per la speranza che batte quel dolore”. I fischi di un locomotore, la corona d’alloro poggiata nella sala d’aspetto della stazione, le immagini trasmesse in streaming da Piazza Maggiore, un orologio fermo alle 10:25, l’ora dell’esplosione, e un sentito, profondo minuto di silenzio. Sono passati esattamente 40 anni da quando 85 persone hanno perso la vita alla stazione di Bologna, uccisi dallo scoppio di una bomba, posizionata dai fascisti dei Nar: una valigia posizionata nella sala d’aspetto, con dentro un ordigno di 23 chili. La commemorazione ...



Sannioportale.it