• VENERDÌ 27 NOVEMBRE 2020 - S. Valeriano vescovo

VIDEO | “Stop alle violenze tra Armenia-Azerbaigian”, sit in a Roma: “La Turchia va fermata”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Alessandra Fabbretti 14/10/2020 Mondo a.fabbretti@agenziadire.com Un sit in per chiedere un intervento contro la Turchia, che sostiene l'Azerbaigian per un "progetto imperialista di Erdogan" Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print ROMA – “Come già fatto da Francia e Germania, chiediamo all’Italia di condannare l’invasione del Nagorno-Karabakh, nell’interesse del popolo armeno, della stabilità europea e dell’Italia stessa”. Questo l’appello lanciato da Sargis Ghazaryan, ex ambasciatore armeno in Italia ed esponente della Comunità di armeni in Italia, che ieri pomeriggio davanti a Palazzo Montecitorio ha organizzato un sit-in per invocare la fine delle violenze e degli scontri tra Armenia e Azerbaigian per l’autoproclamata repubblica di Artsakh. Secondo Ghazaryan, il conflitto “è un tassello del progetto imperialista di Erdogan: prima il Medio Oriente, poi il Nord Africa, quindi Cipro e infine l’Armenia. La Turchia, che sostiene l’Azerbaigian, deve essere fermata perché vuole prendere il nostro Paese con l’aiuto di milizie jihadiste già impiegate in Siria e Libia”. La folla – oltre un centinaio i presenti, con mascherine blu, rosse e arancioni, i colori della bandiera armena – ha intonato lo slogan “Via la Turchia dalla Nato” e applaudito agli ...



Sannioportale.it