• VENERDÌ 23 OTTOBRE 2020 - S. Giovanni da Cap.

VIDEO | Dall’11/9 all’Olocausto, sui social è di moda fingersi vittime di tragedie

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Manuela Boggia 18/09/2020 Costume e Società, Giovani Su Tik Tok gli adolescenti postano brevi video dove si fingono vittime di eventi tragici. I pediatri di Sip: "Serve educazione a uso consapevole per evitare dinamiche pericolose" Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print ROMA – “Benvenuti in cielo”. Occhi cerchiati di nero, viso impallidito dal trucco, finte escoriazioni sulle guance. In un video postato su Tik Tok con l’hashtag #nineeleven, Tanner finge di essere una vittima dell’attentato alle Torri Gemelle. “Era l’11 settembre 2001. Ero nella prima torre. Al 96esimo piano- racconta il ragazzo americano ai suoi quasi 400mila follower- ho visto un aereo che si avvicinava sempre di più, poi ad un certo punto è diventato tutto buio e mi sono ritrovato qui, in cielo”.E’ la nuova moda sbarcata sul social network preferito dagli adolescenti: caricare video di pochi secondi in cui, truccati in modo da rendere visibili i segni di una (finta) sofferenza, si interpretano vittime di grandi tragedie storiche.LA DERIVA DELLA CHALLENGE SULL’OLOCAUSTOQualche settimana fa era già successo con la challenge sull’Olocausto, una sfida in cui i ragazzi che partecipavano dovevano impersonare i sopravvissuti del genocidio nazista. ...



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it