• SABATO 28 NOVEMBRE 2020 - S. Rufo martire

“Rocca Cencia chiuso entro il 2020” e porta a porta, ecco l’altolà di Ziantoni ad Ama

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Marco Tribuzi 15/10/2020 Lazio, Roma m.tribuzi@agenziadire.com L'assessora bacchetta ripetutamente l'azienda e ammonisce: "Non strumentalizzi la Asl" Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print ROMA – Questo piano industriale di Ama non s’ha da fare. O meglio, va cambiato ancora. Anche la seconda bozza del documento quinquennale (2020/2024) presentato dall’azienda non va bene al Campidoglio. Stavolta il no su alcuni punti e’ stato messo nero su bianco dalla neo assessora capitolina ai rifiuti, Katia Ziantoni, che in una lettera del 9 ottobre (indirizzata anche all’amministratore unico della municipalizzata, Stefano Zaghis, e all’assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti) ha elencato le osservazioni che Ama dovrà recepire.Ziantoni era ancora assessore ai Rifiuti del VI Municipio quando a luglio il Campidoglio per la prima volta respinse la proposta di piano di Zaghis, richiamando in particolare l’azienda ad attenersi alla delibera del 2017 dell’allora assessora Giuseppina Montanari e quindi a non retrocedere sulla raccolta porta a porta in favore di quella stradale.Tre mesi dopo nella missiva visionata dall’agenzia Dire i correttivi apportati dalla Ziantoni nel ‘documento di sintesi per gli indirizzi e le integrazioni alla bozza di piano industriale da approvare unitamente alla delibera sul piano di risanamento della società’ sono ancora più netti ed evidenziano una differenza di vedute piuttosto netta tra Comune e Ama. In particolare su due temi: la tempistica della chiusura del Tmb di Rocca Cencia e la raccolta porta a porta (PAP, ndr).Sulla prima questione, l’azienda nella bozza, anche questa visionata dall’agenzia Dire, parla di ‘un’ipotesi di conversione del Tmb di Rocca Cencia già nel 2021, subordinata all’individuazione di spazi alternativi già esistenti, di capacità equivalente e la trasformazione di un sito di proprietà Ama in un impianto VRD (valorizzazione della raccolta differenziata, ndr) e carta entro il 2024. In questo scenario pertanto si prevede l’acquisizione, l’affitto o la contrattualizzazione in esclusiva di un impianto Tmb entro dicembre 2020 e il revamping del VRD (impianto di valorizzazione della raccolta differenziata, ndr) di Rocca Cencia nel medio periodo (2022)’.Ziantoni invece vuole tempi più stretti e tra le scadenze a breve-medio termine da inserire nel piano scrive: ‘chiusura ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it