• GIOVEDÌ 6 MAGGIO 2021 - S. Benedetta vergine

Recovery, I-Com: dopo la pandemia le sfide della Toscana sono start-up e digitale

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


FIRENZE – L’emergenza Coronavirus ha avuto un impatto pesante sull’economia locale, specialmente su alcune filiere di pregio come la moda e la gioielleria, ma la Toscana può vantare una migliore capacità di tenuta in termini di export grazie al ruolo del settore farmaceutico. Il futuro chiama con sé le due sfide ormai obbligate per ogni territorio, la transizione ecologica e digitale, tenendo conto ugualmente di alcune peculiarità: i ritardi accumulati nelle reti a banda larga e a banda ultralarga, la performance non particolarmente brillante sul versante delle start-up (sestultima in Italia), ma contestualmente un livello di digitalizzazione tutto sommato buono, rispetto a una media nazionale non esaltante, delle pubbliche amministrazioni. È un quadro composito quello che offre l’Istituto per la competitività, il think tank presieduto da Stefano Da Empoli, nel videotalk ‘Restart Toscana. Sfide e priorità per il rilancio dell’economia generale’. Partendo dalle 28 pagine del report di I-Com esponenti istituzionali e del mondo delle imprese provano a tracciare le linee fondamentali del domani, anche alla ...



Sannioportale.it