• LUNEDÌ 10 AGOSTO 2020 - S. Lorenzo martire

Quarant’anni fa la bomba del 2 agosto: 85 morti e 200 feriti, Bologna non dimentica. Mattarella: “Serve piena verità”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Redazione 02/08/2020 Bologna, Politica redazioneweb@agenziadire.com La bomba esplose in stazione alle 10.25: tuttora resta l'attentato terroristico più grave cmomesso in Italia. Oggi le cerimonie per non dimenticare, nei giorni scorsi la visita del Presidente Mattarella Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print BOLOGNA – Una bomba alla stazione, esplosa alle 10.25 nella sala d’aspetto della seconda classe. Un sabato mattina d’estate, ai primi d’agosto per di più, che per tanti segnava l’inizio delle vacanze. Un sabato, giorno di partenze per antonomasia. Ci furono 85 morti e 200 feriti nella strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980. La più piccola aveva 3 anni e si chiamava Angela Fresu, il più anziano era Antonio Montanari, 86 anni. La bomba, composta da 23 chilogrammi di esplosivo, fece crollare un tratto di edificio lungo 50 metri, l’onda d’urto investì il treno Ancona-Chiasso fermo sul primo binario e distrusse il parcheggio dei taxi davanti alla stazione. Da quel giorno sono passati 40 anni e oggi, come ogni anno, “Bologna non dimentica” (come cita lo striscione che puntualmente apre il corteo che da piazza Maggiore raggiunge la stazione, corteo che quest’anno non ci sarà per le misure legate al coronavirus) e la città celebra la memoria di quella strage scendendo in piazza.Al posto del corteo delle persone, in via Indipendenza sfilerà anche quest’anno l’autobus di linea 37, che quel giorno venne utilizzato per trasportare i feriti e poi anche i corpi delle vittime, nascosti alla vista dai lenzuoli bianchi attaccati sui finestrini, tanto da diventare uno dei simboli della strage. Insieme all’orologio della stazione, che si ruppe e si fermò per sempre. Fu sostituito, ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it