• MARTEDÌ 7 LUGLIO 2020 - S. Claudio martire

La famiglia di George Floyd chiede giustizia, anche la Chiesa accusa Trump

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Redazione 03/06/2020 Mondo redazioneweb@agenziadire.com Nate per chiedere giustizia per la morte dell'uomo afroamericano, ucciso da un agente di polizia il 25 maggio a Minneapolis, le manifestazioni sono diventate una protesta contro il razzismo Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print ROMA – “Non fermatevi fino a che non ci sarà giustizia per mio zio”: queste le parole che uno dei nipoti di George Floyd ha rivolto alle oltre 60.000 persone che si sono riunite nella città texana di Houston per l’ottava notte consecutiva di proteste in tutto il Paese.Nate per chiedere giustizia per la morte dell’uomo afroamericano, ucciso da un agente di polizia il 25 maggio a Minneapolis, le manifestazioni sono ormai diventate una protesta contro la violenza della polizia, a detta dei manifestanti usata sistematicamente contro le persone afroamericane, e in genere il razzismo negli Stati Uniti.Dopo notti di scontri, che hanno fatto registrare anche tre morti e oltre 4.000 arresti, i cortei di ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it