• LUNEDÌ 25 GENNAIO 2021 - Conv. di S. Paolo apost.

Covid, Papa Francesco: “A Natale sobrietà, aiuto ai vicini e preghiera in famiglia”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Maria Carmela Fiumanò 29/11/2020 Vaticano mc.fiumano@agenziadire.com Lo dice il Papa al termine dell'Angelus in Piazza San Pietro nella prima domenica di Avvento Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print ROMA – “Auguro a tutti voi una buona domenica e un buon cammino di Avvento. Cerchiamo di ricavare del bene anche dalla situazione difficile che la pandemia ci impone. Maggiore sobrietà, attenzione discreta e rispettosa ai vicini che possono avere bisogno, qualche momento di preghiera fatta in famiglia con semplicità. Queste tre cose ci aiuteranno tanto” in tempi di Covid. Lo dice Papa Francesco al termine dell’Angelus in Piazza San Pietro nella prima domenica di Avvento. LA PANDEMIA GENERA SCONFORTO, REAGIRE CON LA SPERANZA“L’odierna liturgia ci invita a vivere il primo tempo forte che è questo dell’Avvento, il primo dell’anno liturgico che ci prepara al Natale. E per questa preparazione è un tempo di attesa e un tempo di speranza, attesa e speranza“.“Sappiamo bene che la vita e’ fatta di alti e bassi, di luci e ombre- ha sottolineato Bergoglio- Ognuno di noi sperimenta momenti di delusione, di insuccesso e di smarrimento. Inoltre, ...



Sannioportale.it