• SABATO 28 NOVEMBRE 2020 - S. Rufo martire

Coronavirus, la Fondazione Gimbe: “Contagi in crescita esponenziale, subito lockdown mirati”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Dire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Redazione 15/10/2020 Sanità redazioneweb@agenziadire.com Segnali preoccupanti dal monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe: impennata di pazienti ricoverati con sintomi e terapie intensive Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print ROMA – Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana 7-13 ottobre, rispetto alla precedente, un incremento esponenziale nel trend dei nuovi casi (35.204 vs 17.252) a fronte di un moderato aumento dei casi testati (505.940 vs 429.984) e di un netto incremento del rapporto positivi/casi testati (7% vs 4%). Dal punto di vista epidemiologico crescono i casi attualmente positivi (87.193 vs 60.134) e, sul fronte degli ospedali, impennata dei pazienti ricoverati con sintomi (5.076 vs 3.625) e in terapia intensiva (514 vs 319). Crescita costante anche sul fronte dei decessi (216 vs 155). In dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni: Decessi: +61 (+39,4%) Terapia intensiva: +195 (+61,1%) Ricoverati con sintomi: +1.451 (+40%) Nuovi casi: +35.204 (+104,1%) Casi attualmente positivi: +27.059 (+45%) Casi testati +75.956 (+17,7%) Tamponi totali: +102.881 (+14,4%). Nuovi casi: Si sono registrati 35.204 nuovi casi, piu’ del doppio rispetto alla settimana precedente. A livello nazionale l’incremento percentuale dei casi totali e’ del 10,7%, con variazioni regionali che oscillano dal 4% della Provincia Autonoma di Trento al 30,9% dell’Umbria. Casi testati: Anche sul fronte della capacita’ di testing & tracing le performance regionali sono molto variabili: a fronte di una media nazionale di 838 casi testati per 100.000 abitanti, il numero varia dai 523 delle Marche ai 1.276 della Toscana. L’incremento del rapporto positivi/casi testati passa dal 4% al 7%, a conferma che ...



Sannioportale.it