• MARTEDÌ 14 LUGLIO 2020 - S. Francesco Solano

Tensione a Mondragone per l'arrivo di Salvini: i contestatori tagliano fili della corrente

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Blastingnews.com e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Contestazioni e momenti di forte tensione a Mondragone, in provincia di Caserta, per la visita annunciata del segretario della Lega Matteo Salvini. Nel comune casertano, nei giorni scorsi già provato dai numerosi casi di persone positive al virus Covid-19, un gruppo di manifestanti ha inneggiato a gran voce contro il leader del Carroccio, arrivando addirittura a tranciare i cavi della corrente elettrica che alimentavano l'impianto di amplificazione appositamente installato per il comizio all'ex ministro degli Interni del governo Conte. Cori e striscioni contro Salvini I manifestanti si sono dati appuntamento e radunati all'altezza della rotonda sulla via Domiziana, a poche centinaia di metri di distanza dai palazzi ex Cirio, area dichiarata zona rossa con ordinanza regionale del governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca. Cori da stadio contro Matteo Salvini e la Lega, in attesa dell'arrivo del senatore. Apparso anche qualche striscione con la scritta 'Salvini sciacallo, Mondragone non è una passerella'. Assieme al segretario del Carroccio erano presenti anche il coordinatore regionale della Lega in Campania, ...



Sannioportale.it