• MARTEDÌ 20 OTTOBRE 2020 - S. Contardo Ferrini

Sorteggi Champions, l'Inter incrocia la sua storia: Real Madrid e Borussia Mönchengladbach

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Blastingnews.com e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Real Madrid, Shakhtar Donetsk e Borussia Mönchengladbach: l'urna di Ginevra che ha dato vita ai gironi della Champions League 2020/2021 regala all'Inter brividi assolutamente 'storici'. Se da un lato la squadra che fa più 'paura' è certamente il Real, dall'altro ci sono amarcord che fanno brillare gli occhi ai tifosi più maturi e agli appassionati di statistiche, legati non solo ai blancos di Spagna. Se contro il Real Madrid, nel 1964, si aprì il ciclo europeo della Grande Inter, contro l'allora sconosciuta formazione tedesca del Borussia Mönchengladbach si disputò una delle ultime pagine di quell'epopea dove i 'resti' dello squadrone nerazzurro che aveva dominato il calcio europeo incassarono una sconfitta epica, cancellata da una lattina: correva l'anno 1971.Inter-Real, una 'classica' che torna dopo oltre vent'anniGioie e dolori per i tifosi nerazzurri contro il Real Madrid. Eppure la prima, quella che non si scorda mai, è forse la pagina più bella della storia interista: il 27 maggio del 1964, battendo 3-1 gli spagnoli a Vienna, l'Inter di Helenio Hererera, Mazzola, Facchetti, Suarez e Corso vinceva la prima delle sue tre coppe dei campioni. Gli incroci tra nerazzurri e blancos hanno scandito gli anni '60 e sono tornati in auge negli anni '80. Per quanto riguarda il nuovo format della massima competizione europea, solo una volta sono state avversarie in una ...



Sannioportale.it