• MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2020 - S. Crisogono martire

Stepchild, a Torino due sentenze favorevoli

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Avvenire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


?Due coppie di donne hanno ottenuto a Torino l'adozione dei figli della compagna di 5 e 7 anni. Lo ha deciso la Corte d'Appello, dopo che il procuratore generale Giulio Toscano aveva dato parere positivo all'adozione sulla base dell'interpretazione della legge in vigore sulle adozioni (l'art. 44, lettera d della legge n. 184 del 1983, ndr) che prevede in casi particolari l'adottabilità anche da parte di una persona non coniugata con il genitore. La decisione arriva dopo che in primo grado le domande erano state respinte. La Corte ha detto sì anche a un'altra donna che aveva chiesto di adottare il figlio, 5 anni, della compagna spostata in Islanda un anno fa.

Nell'assumere la decisione, la Corte d'appello ha valutato diversi parametri, dalla situazione personale e familiare di chi aveva fatto richiesta di adozione (due donne che si erano sposate in Danimarca nel 2014, ndr) alla salute, all'ambiente familiare, rilevando come le bimbe "siano serene, ben accudite in un ambiente familiare lieto". "E' stata un'interpretazione molto puntuale della legge - ha commentato uno dei legali delle coppie Fabio Deorsola - la sentenza sgombera il campo da questioni ideologiche, ribadendo che c'è un nucleo familiare, in cui si sono bambini che hanno a tutti gli effetti due mamme che riconoscono come paritarie e fungibili. Il giudice è stato chiamato a sancire una realtà che già c'era e questo è un fatto molto importante perché aggiunge ai minori molte tutele".



Macrolibrarsi
Sannioportale.it