• LUNEDÌ 25 OTTOBRE 2021 - S. Bonifacio I papa

«La vita sia impegno di misericordia»

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Avvenire.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Seconda udienza giubilare oggi in Piazza San Pietro, seguitta in particolare da decine di migliaia di donatori di sangue giunti da tutta Italia.

Il Papa l’ha dedicata al tema “Misericordia e impegno”. “Il Giubileo della Misericordia – ha esordito - è una vera opportunità per entrare in profondità all’interno del mistero della bontà e dell’amore di Dio. In questo tempo di Quaresima, la Chiesa ci invita a conoscere sempre di più il Signore Gesù, e a vivere in maniera coerente la fede con uno stile di vita che esprima la misericordia del Padre. È un impegno che siamo chiamati ad assumere per offrire a quanti incontriamo il segno concreto della vicinanza di Dio”.
E a braccio ha spiegato: “Cioè la mia vita, il mio atteggiamento, il modo di andare per la vita deve essere proprio un segno concreto del fatto che Dio è vicino a noi. Piccoli gesti di amore, di tenerezza, di cura, che fanno pensare che il Signore è con noi, è vicino a noi. E così si apre la porta della misericordia”.
“Oggi vorrei soffermarmi brevemente a riflettere con voi sul tema di questa parola che ho detto: il tema dell’impegno. Che cos’è un impegno? E cosa significa impegnarsi? Quando mi impegno, vuol dire che assumo una responsabilità, un compito verso qualcuno; e significa anche lo stile, l’atteggiamento di fedeltà e di dedizione, di attenzione particolare con cui porto avanti questo compito. Ogni giorno ci è chiesto di mettere impegno nelle cose che facciamo: nella preghiera, nel lavoro, nello studio, ma anche nello sport, nelle attività libere… Impegnarsi, insomma, vuol dire mettere la nostra buona volontà e le nostre forze per migliorare la vita”. 
?Gesù è l'impegno estremo che Dio ha assunto nei nostri confronti.  E il Papa ha sottolineato che anche noi dobbiamo corrispondere all'amore di Dio con il nostro impegno, soprattutto laddove c'è "più bisogno di speranza": accanto ai malati, ai soli, ai moribondi... "In questi luoghi noi portiamo la misericordia di Dio, la carezza di Dio che è la stessa che Lui ha avuto con noi".
Questo Giubileo, dunque, "possa trasformare la nostra vita in impegno di misericordia per tutti".



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it