• GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020 - S. Pacifico da S. Severino

Sì all'estradizione in Usa di Kim Dotcom

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright ANSA.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


 Kim Dotcom, fondatore del sito di file-sharing Megaupload, chiuso 4 anni fa per pirateria informatica, sarà estradato dalla Nuova Zelanda agli Usa, dove è accusato di violazioni del copyright e riciclaggio e rischia decenni di carcere. La difesa ha deciso di ricorrere contro la decisione del giudice. Nato in Germania come Kim Schmitz, Kim Dotcom è accusato d'aver guadagnato 175 milioni di dollari col sito, i cui utenti potevano scaricare musica e film evadendo i diritti d'autore.
   



Sannioportale.it