• VENERDÌ 30 OTTOBRE 2020 - S. Massimo martire

Rio: -100: Chamizo e pallanuoto, ecco azzurri ai Giochi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright ANSA.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


A cento giorni da Rio 2016, gli azzurri qualificati per le prossime Olimpiadi sono già 198 (110 uomini, 88 donne) in 22 discipline differenti. Secondo le proiezioni ai Giochi il numero potrebbe assestarsi intorno ai 300, rispettando così gli standard di Londra 2012. Tra i qualificati, ben 68 sono pass individuali, a partire dal nuoto dove in tutto sono 9: Pellegrini e Paltrinieri, poi Detti, Sabbioni, Dotto, Rivolta, Turrini, Bianchi e Carraro, oltre a 20 carte olimpiche per le staffette maschili e femminili. Altre qualificazioni arriveranno dai prossimi Europei di Londra e dal Settecolli di Roma. Nei tuffi sono 7 i pass individuali, compresi quelli di Tania Cagnotto, Maria Marconi e Francesca Dallapè. Nutrito anche il gruppo di azzurri nella vela, con 11 carte olimpiche di cui 7 già attribuite a titolo individuale in 8 classi, tra cui Flavia Tartaglini (RS:X) e la coppia mondiale Giulia Conti e Francesca Clapcich (49er FX). Tra le 9 carte olimpiche individuali del tiro a volo spicca il Trap 3 (Massimo Fabbrizi, Giovanni Pellielo, Jessica Rossi), mentre nei 5 pass individuali ci sono Valentino Manfredonia, Clemente Russo, Vincenzo Mangiacapre, Manuel Cappai e Irma Testa, prima azzurra a qualificarsi nel pugilato olimpico femminile. Come sempre, grandi aspettative anche sulla scherma, disciplina che vanta già 14 qualificazioni divise in 2 pass individuali nel fioretto femminile (Di Francisca-Errigo), altrettanti nella sciabola maschile (Montano-Occhiuzzi), un pass individuale nella spada femminile (Fiamingo) e 9 carte olimpiche per le squadre fioretto e spada maschile e sciabola femminile.
    La disciplina che vanta più pass individuali (16) è l'atletica: Giorgi, Grenot, Hooper, Incerti, Palmisano, Pedroso, Rigaudo, Straneo, Trost, De Luca, Donato, Fassinotti, Meucci, Pertile, Tamberi, Chesani. All'appello manca ancora Alex Schwazer, che cercherà il pass ai mondiali di marcia del 7-8 maggio a Roma. Per quanto riguarda il tennis la scelta degli atleti dipende dal ranking internazionale: Vinci ed Errani certe, senza la Pennetta ci sarebbe la Giorgi, al netto del caso-Fit. Nel maschile Fognini-Seppi. Già qualificate le squadre femminili e maschili di pallanuoto e pesistica, la pallavolo ha già acquisito la carta olimpica per la squadra maschile mentre manca quella della squadra femminile che sarà impegnata nel torneo di qualificazione a Tokyo. Grande attesa anche dalla squadra di pallacanestro maschile di Ettore Messina, impegnata nel preolimpico di Torino. Nel Ciclismo sono 9 le carte olimpiche e un pass individuale nell'omnium maschile con Elia Viviani. Le altre discipline, Canottaggio (14 carte olimpiche), tiro a Segno (5 carte olimpiche), Ginnastica artistica (5 carte olimpiche, un pass individuale con Ludovico Edalli), Ginnastica ritmica (5 carte, più Veronica Bertolini), Tiro con l'Arco (4 carte), Nuoto di Fondo (Simone Ruffini, Federico Vanelli e Rachele Bruni), Pentathlon Moderno (Riccardo De Luca, Alice Sotero), Lotta (una carta olimpica, tra gli individuali certa la presenza del campione mondiale Frank Chamizo), Canoa (due carte), Nuoto sincronizzato (9 carte per la femminile e 2 pass individuali: Linda Cerruti e Costanza Ferro), Sport Equestri (3 carte nel completo, una per un binomio nel salto e una per il dressage).
   



Macrolibrarsi
Sannioportale.it