• MARTEDÌ 27 OTTOBRE 2020 - S. Frumenzio vescovo

Def: risoluzione, penalità uscita pensioni ragionevoli

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright ANSA.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Flessibilità in uscita per la pensione, anche con interventi 'mirati' ad alcune categorie. E' quella che chiede la maggioranza nella risoluzione al Def in cui si invita il governo ''ad adottare ogni iniziativa utile a promuovere, nel rispetto degli obiettivi di finanza pubblica, interventi in materia previdenziale volti a introdurre elementi di flessibilità'' per la pensione, ''anche con la previsione di ragionevoli penalizzazioni, nonché interventi, anche selettivi, in particolare nei casi di disoccupazione involontaria e di lavori usuranti''. Intanto è in corso nell'Aula della Camera la discussione generale sul Def 2016. Nella tarda mattinata verranno votate dall'assemblea di Montecitorio le relative risoluzioni. Dopo gli interventi dei relatori, sono iscritti a parlare 21 deputati. La replica per il Mef dovrebbe essere affidata a Pier Paolo Baretta. Proseguire con la spending review ma facendo attenzione a non intaccare i servizi, in particolare in sanità. E' una delle richieste contenute nella risoluzione di maggioranza sul Def che Camera e Senato si apprestano a votare in Aula. Nel testo si chiede, tra l'altro, di ''accentuare l'azione selettiva'' nella revisione della spesa, ''dando priorità agli interventi su beni e servizi intermedi e sulle società partecipate''. Ma si chiede anche che in ambito sanitario si assicuri come ''l'azione di spending review sia condotta attraverso recuperi di efficienza senza riduzione dei servizi''



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it