• LUNEDÌ 6 LUGLIO 2020 - S. Maria Goretti vergine e martire

BOMBE d’acqua a Giugno, Italia a marcato rischio meteo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Meteogiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Le chiamano BOMBE D’ACQUA, termine che la meteorologia italiana non approva nonostante siamo di uso comune per definire piogge intense a carattere di nubifragio o alluvione lampo.

Il meteo tipico di Giugno.
Bomba d’acqua è quel fenomeno meteo che rappresenta ingentissime precipitazioni che si verificano in un breve lasso di tempo, che generano allagamenti. Per l’appunto, ci riferiamo al nubifragio se non all’alluvione lampo.   Qualche giorno fa, a Miami in Florida, negli USA, un pesante nubifragio ha allagato la città. Quello può essere definito bomba d’acqua. Alcune settimane fa, in una notte di piogge e forti temporali, su Milano sono caduti dai 100 ai 200 millimetri di pioggia. Anche questa è una bomba d’acqua. Per altro, piogge così intense fatichiamo a definirle nubifragio.   Giugno è un mese a marcato rischio nubifragi, in quanto il calore e l’umidità favoriscono la genesi di grosse aree cumuliformi. Inoltre, i fronti oceanici hanno transitano a tratti sul Nord Italia, dove fanno contrasto con l’aria caldo umida pre-esistente. L’anno scorso Giugno è stato caldissimo, in specie alla fine mese, ma al Nord Italia non sono mancati i nubifragi, anzi, ad ogni peggioramento temporalesco da qualche parte si sono avuti potenti eventi meteo estremi. Tra i peggiori quelli della Valsassina in Lombardia. In tale area, lo scorso anno si sono abbattuti diversi eventi meteo estremi, sempre nelle stesse zone.   Ma ora parliamo di eventi meteo estremi per il mese di Giugno 2020. Questi appaiono più probabili del solito, in quanto si potrebbe generare un forte differenziale termico tra le aree nord europee e quelle meridionali. Inoltre, le perturbazioni oceaniche transitano e transiteranno in Europa, dove non è previsto l’insorgere di quel potente anticiclone caldissimo che c’era l’anno scorso.   Rispetto all’anno scorso, l’aria di origine artica continua a spingersi verso sud, mentre a tratti si creano forti avvezioni d’aria calda, in genere pre-frontale dal Nord Africa verso il Mediterraneo. Tutto ciò potrebbe creare marcati contrasti termici, in genere forieri di burrasche estive, con tempeste elettriche ed anche nubifragi.   Il Nord Italia appare piuttosto esposto a questi fenomeni, ma la propensione eccessiva allo spostarsi verso sud dei fronti oceanici, mette a rischio eventi meteo estremi anche altre regioni d’Italia. Quest’anno, perlomeno per le prime due, tre settimane di Giugno, il rischio di nubifragi ci sarà anche al Centro Sud Italia e Isole Maggiori, anche se con minor frequenza rispetto al Nord.   Le previsioni dei calcolatori mostrano a tratti differenze di temperatura tra la parte nord e sud del Continente mostruose, anche di 40°C alla quota di 1500 metri circa (livello isobarico di  850 hPa). Sono condizioni più tipiche nei Continenti come l’Asia o il Nord America, mentre sono assai rare in Europa.   I nubifragi di Giugno sono una caratteristica del clima italiano del Nord Italia, così come, ma più occasionalmente, in coincidenza di forti temporali pomeridiani, delle zone interne della Penisola, e occasionalmente delle Isole Maggiori.   Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.   METEO CITTÀ
– ANCONA
– AOSTA
– BARI
– BOLOGNA
– CAGLIARI
– CAMPOBASSO
– CATANZARO
– FIRENZE
– GENOVA
– L’AQUILA
– MILANO
– NAPOLI
– PALERMO
– PERUGIA
– POTENZA
– ROMA
– TORINO
– TRENTO
– TRIESTE
– VENEZIA   TUTTE LE ALTRE LOCALITÀ ED I BOLLETTINI METEO
– Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo The post BOMBE d’acqua a Giugno, Italia a marcato rischio meteo appeared first on Meteo Giornale.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it