• LUNEDÌ 17 MAGGIO 2021 - S. Pasquale Baylon

Willy Pasini: «Il sesso al tempo del Covid, nella prima e nella seconda ondata»

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Panorama.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il celebre sessuologo ci spiega come la pandemia ha inciso sulla nostra sfera sessuale. E sottolinea come la mascherina sia un formidabile strumento di seduzione.«Siamo stati catapultati, in così poco tempo, in un turbine di emozioni come mai era accaduto nella storia recente dell'umanità, tanto da essere stati costretti a rivedere tutte quelle certezze che come uomini e come psichiatri avevamo su argomenti quali l'intimità, la qualità dei sentimenti, il rapporto tra il cibo e l'amore, il ruolo della coppia, il desiderio, l'autostima, la gelosia, la bellezza, l'infedeltà, la seduzione». Il sessuologo Willy Pasini, 83 anni, spiega a Panorama.it le tracce lasciate sulle nostre vite da 13 mesi di pandemia. Come dire: l'intero universo uomo-donna filtrato attraverso le sapienti lenti della sessuologia e della psichiatria applicata, al fine di rileggere la pandemia e i suoi effetti collaterali sulla psiche. Già docente di psichiatria e di psicologia medica alla Facoltà di Medicina dell'Università di Ginevra e alla Statale di Milano, Pasini ha fondato la Federazione europea di sessuologia. Esperto all'Oms per i programmi di educazione sessuale e membro della Società di psicoanalisi, le sue ricerche spaziano dalla psichiatria sino alla ginecologia psicosomatica, dalla sessuologia clinica, allo studio delle malattie psicosomatiche. È autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche e di molti best seller per Mondadori tradotti in 13 lingue. Il sessuologo Willy Pasini. Professore, partiamo dalla vita di coppia. «Dal confronto con i colleghi della Federazione europea di sessuologia ho avuto la conferma di una doppia fase: durante il primo lockdown si era registrato un rafforzamento del rapporto, in quanto le coppie, sostanzialmente, avevano fatto fronte comune contro il Covid. Esattamente come ci si era sempre comportati contro una suocera invadente o un vicino di casa troppo impiccione». E quest'anno?«La situazione si è capovolta, al punto che registriamo un aumento delle violenze, soprattutto a sfondo sessuale, proprio all'interno della coppia. Dopo la seconda ondata, i fenomeni violenti si sono imposti con tutta la loro drammatica scia di conseguenze, non solo psicologiche». La convivenza forzata ha scompensato la vita a due. «Purtroppo sì: le coppie, sono costrette, come in un reality stile "Grande fratello", a vivere per molto ...



Sannioportale.it