• MERCOLEDÌ 26 GENNAIO 2022 - S. Paola vedova

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Panorama.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Nuove tecnologie: imputato algoritmo

L’intelligenza artificiale è sempre più presente nella nostra vita e sta riguardando aspetti finora inesplorati. Che pongono domande per il sistema giudiziario, impreparato a questa rivoluzione. Se un robot sbaglia, chi è colpevole? Un tema delicato su cui la Ue dovrà intervenire.Attenzione, l’articolo che state per leggere sembra un racconto di fantascienza ma non lo è: gli eventi riferiti sono assolutamente reali. Fatta questa precisazione, iniziamo con una scena avvenuta lo scorso anno in Libia: un drone chiamato Kargu-2 avrebbe violato la prima legge della robotica del geniale scrittore Isaac Asimov («un robot non può recare danno a un essere umano») cercando di eliminare alcuni soldati che combattevano per il generale Khalifa Haftar. La novità consiste nel fatto che il robot volante avrebbe agito senza alcun controllo umano: se ha ucciso, sarebbe la prima volta che una macchina decide da sola un gesto così estremo. La casa costruttrice del Kargu-2, la turca Defense technologies and trade (Stm), ha reso noto infatti che i suoi droni sono dotati di tecnologia di riconoscimento facciale che consentono di identificare e «neutralizzare» i singoli obiettivi senza dover impiegare forze di terra.Spostiamoci in America, a Tampa. In questa cittadina dell’Arizona il 18 marzo 2018 è morta Elaine Herzberg, 46 anni, investita da un’auto. La particolarità del suo decesso è che è stato il primo provocato da una vettura a guida autonoma. L’incidente è ...
Testi ed immagini Copyright Panorama.it



Sannioportale.it