• MARTEDÌ 19 GENNAIO 2021 - S. Mario martire

Visoni zombi infettati da COVID-19 risorgono dalle tombe – Basta col clickbait, no all’Infodemia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Bufale.net e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Da sempre Bufale.net combatte anche una battaglia contro l’Infodemia e il Clickbait. “Visoni zombi infettati da COVID-19 risorgono dalle tombe” è un titolo che, sicuramente, catalizza l’attenzione. Sappiamo bene che la tentazione di un titolo caricato è forte. E un sito senza visite è come un acquario senza pesci: tutti vorrebbero avere un portale visitato ed un ecosistema fiorente di utenti. Ma se il prezzo da pagare è un titolo fuorviante che sovente sfocia nel grottesco e nella farsa, non ne vale la pena. Inserire le parole chiave del momento ha un nome: infodemia. È una versione moderna del raccontino di Guareschi che amiamo citare, quello dove ad un giovane Guareschi che cerca di vendere un pezzo di colore sui bambini che attendono la Befana viene chiesto, per amor di vendite, un titolo splatter. Alla fine, si arriva da “La calza sotto il camino” a “Una vecchia urla nella notte. 777, attenzione! Vecchia che urla in via Pacini. Accorrete, sgozzano la vecchia del quinto piano! Aiuto! Sbudellano la vecchia e il sangue scorre per le scale rosso e fumante come vino brulè!”, con un articolo che suggerisce la tragica morte di una anziana sulle basi di “figurati se stanotte in tutta Milano non sgozzano una vecchia”.

Visoni zombi infettati da COVID-19 risorgono dalle tombe – Basta col clickbait, no all’Infodemia

Cosa che è avvenuta in questo articolo. Cliccando il testo sui visoni zombi troviamo un’anticlimatica assenza di zombies ed una ingannevole assenza di COVID-19 e ritornanti. Peraltro archiviato alla voce “News Film”, come se fosse un immaginario film horror. Scopriamo che si parlava, sostanzialmente, del fatto che a seguito dell’abbattimento di visoni di cui abbiamo già parlato per impedire mutazioni e serbatoi di COVID-19, le fosse comuni usate per la sepoltura stanno tracimando. È un semplice fenomeno fisico: i cadaveri e le carcasse tendono a gonfiarsi durante i processi di decomposizione, e quindi sepolture affrettate rilasciano il loro macabro contenuto. Ma non è solo il blog che ci è stato segnalato ad aver deciso di titillare il gusto del macabro in salsa SEO
Visoni zombi infettati da COVID-19 risorgono dalle tombe - Titoli internazionali
Visoni zombi infettati da COVID-19 risorgono dalle tombe – Titoli internazionali
Il che non rende giustizia alla faticosa indagine della stampa locale, che descrive uno scenario di carcasse sepolte frettolosamente con preoccupazioni igieniche e sanitarie ingenti. Un problema: carcasse in numero sufficiente da tracimare dalla fosse comuni possono contaminare facilmente l’ambiente circostante, inquinare le fonti di acqua e alimentari vicine, attirare animali selvatici… Ci sono tanti rischi seri di cui parlare, senza dover titillare l’Apocalisse Zombie in stile Zombeavers. L'articolo Visoni zombi infettati da COVID-19 risorgono dalle tombe – Basta col clickbait, no all’Infodemia proviene da Bufale.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it