• SABATO 26 SETTEMBRE 2020 - S. Damiano Martire

“Tunisia, migranti verso l’imbarco per Lampedusa”, ma sono tunisini che rientrano a casa dalla Libia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Bufale.net e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


I nostri contatti ci segnalano un video pubblicato da un consigliere comunale di un Municipio di Roma secondo il quale mostrerebbe una carovana di migranti verso l’imbarco per Lampedusa. Ciò che le immagini mostrano, in effetti, è una grandissima quantità di persone in marcia con i bagagli al seguito. Tunisia, direzione Città di Mahdia e poi imbarco per Lampedusa. È fisicamente impossibile accoglierli tutti

Il filmato originale pubblicato da Al Arabyia il 20 aprile 2020

Il post del consigliere comunale è stato pubblicato il 18 luglio 2020. Per risalire alla fonte del video è sufficiente catturarne un frame (abbiamo usato l’immagine che vedete) e fare una ricerca per immagini su Google. Tra i risultati troviamo un post pubblicato il 20 aprile 2020 sulla pagina Facebook Alarabyia.Tunisia, canale social ufficiale (con bollino di certificazione) dell’emittente Al Arabyia nell’edizione tunisina. ???? .. ??????? ?????? ?? ????? ??????? ?????? ??? ?????? ??????? ???? ??? ??????? ??? ?????? ???? ??? ????? Pubblicato da ?Alarabiya.Tunisia ??????? ????? su Lunedì 20 aprile 2020 Se usiamo il traduttore automatico per le parole riportate in calce leggiamo: I tunisini tornano dalla Libia continuano ad entrare nella terra tunisina a piedi dopo aver fatto irruzione nel passaggio di Ras Agadir.

Il valico Ras Jedir

La traduzione è un po’ maldestra per cui cerchiamo di ripetere la ricerca sfruttando una parola chiave: “Ras Agadir”. Con questa ricerca ci imbattiamo in un articolo pubblicato il 7 novembre 2019 su Speciale Libia dal titolo: “Libia – Tunisia: riaperto valico di Ras Jedir”. Il valico Ras Jedir collega la Libia alla Tunisia che, come riportava Ansa il 25 ottobre 2019, era interdetto al transito di merci, persone e auto sul lato libico e riaperto in novembre. Tuttavia nell’aprile 2020 i migranti tunisini che dalla Libia cercavano di tornare a casa erano rimasti bloccati al confine dalla Guardia di Frontiera in quanto la chiusura era stata disposta per contenere la pandemia del COVID-19 su decisione di entrambi i Paesi. In poche parole i migranti tunisini, che lavoravano in Libia, non potevano tornare in Tunisia e nemmeno tornare indietro verso la Libia, rimanendo bloccati lungo il confine. Tuttavia il 20 aprile 2020 centinaia di essi hanno forzato il confine e hanno attraversato il valico Ras Jedir riuscendo ad eludere i controlli. Sul posto c’era anche Federico Soda dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni che, appunto, ha filmato il passaggio dei migranti: Hundreds of Tunisian migrant workers who have been stranded on the Tunisia/Libya border for weeks have now forced their way into Tunisia. Hundreds more are still waiting to return home in the absence of concrete action. There are at least 6,000 Tunisians in Libya. pic.twitter.com/SewZ3A2yeX — Federico Soda (@fedsoda) April 20, 2020 In nessuna fonte si parla di viaggi per l’Italia. Come documentano le fonti ufficiali, quelle persone erano tunisini che facevano ritorno a casa dopo aver forzato i controlli al confine tra Libia e Tunisia. Parliamo di disinformazione in quanto non è esatto affermare che si trattasse di migranti verso l’imbarco per Lampedusa: la storia è diversa, quelle persone rientravano in Tunisia. L'articolo “Tunisia, migranti verso l’imbarco per Lampedusa”, ma sono tunisini che rientrano a casa dalla Libia proviene da Bufale.



Sannioportale.it