• SABATO 16 GENNAIO 2021 - S. Priscilla martire

Il “Folle piano di Trudeau per il 2021”: ancora Fake News

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Bufale.net e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Brutta stagione per i fanboy del Patriota Q, la cui narrazione è arrivata al livello “reboot Netflix brutto”: il “Folle piano di Trudeau per il 2021” è senz’altro uno dei reboot più fiacchi della stagione. Per il “Folle Piano di Trudeau” intendiamo una presunta email in stile WikiLeaks, proveniente dal credibilissimo (bazinga!) LPC Strategic Committee LeakInboxLPC leaker dalla sua webmail su Protonmail (perché, ovviamente, una superspia che ha paura di essere scoperto dai potenti si compra un servizio in abbonamento con crittografia e VPN come i comuni mortali…) e traducibile come Sabato 10 Ottobre, 1:38 PM, [RIMOSSO] ha scritto: Carissimo RIMOSSO Vengo qui a dirti delle informazioni assai importanti. Sono un membro di un comitato presso il Partito Liberale Canadese. Io faccio parte di diversi comitati, ma le informazioni che vengo a dirti vengono dal Comitato per la Pianificazione strategica, guidato dall’Ufficio del Primo Ministro. Premetto che non sono felice di farlo, ma lo farò. Perché sono un canadese e sono un genitore che vuole un futuro migliore per i suoi figli, e pure quelli degli altri. L’altra ragione per cui lo faccio è perché il 30% circa dei membri del Comitato non sono contenti della direzione che prenderò il Canada, ma le nostre opinioni vengono ignorate mentre perseguono i loro scopi. Hanno deciso che nessuno li fermerà. Il cronoprogramma è stato redatto dall’Ufficio del Primo Ministro come di seguito: – Introduzione di un lockdown secondario su una scansione progressiva, cominciando dalle maggiori aree metropolitane per poi espandersi, accadrà da Novembre 2020.
– Accelerare l’acquisizione e la costruzione di strutture di isolamento in ogni provincia e territorio, entro Dicembre 2020.
– Nuovi casi di COVID-19 arriveranno oltre ogni capacità di testing, aumentando le morti da COVID19 secondo le stesse curve di crescita, entro fine Novembre 2020
– Un lockdown secondario completo, molto peggiore del primo e con espansione progressiva entro fine Dicembre 2020, primi di Gennaio 2021
– Riformare ed espandere il programma di disoccupazione fino a trasformarlo nel reddito di base universale entro il primo quadrimestre del 2021
– Proiettare una mutazione o coinfezione del COVID-19 con un virus secondario che chiameremo COVID-21 con una terza ondata ancora più mortale e infettiva per Febbraio 2021
– Nuovi casi di COVID-21 e morti da COVID-21 e 19 che eccederanno le capacità degli ospedali entro i primi due quadrimestri del 2021
– Un terzo lockdown ancora più esteso con blocco della mobilità tra province e regioni nel secondo quadrimestre del 2021
– Introduzione di tutti gli individui nel programma di reddito universale entro il secondo quadrimestre del 2021
– Previsti disturbi nella distribuzione alimentare e instabilità economica entro la fine del secondo quadrimestre del 2021
– Invio dei militari nelle maggiori aree metropolitane e strade per creare dei checkpoint, restrizioni nel movimento e supporto logistico nel terzo quadrimestre del 2021. Assieme a tutto questo il Comitato Strategico di Pianificazione è stato incaricato di guidare i Canadesi in una crisi economia senza precedenti. Tale da cambiare il volto del Canada e la vita dei canadesi. Ci è stato chiesto di scatenare un collasso economico su scala internazionale, tale da spingere il governo a offrire ai Canadesi lo stralcio di ogni debito. Che funzionerà così: il governo offrirà ai cittadini la cancellazione di ogni debito, dai mutui allo coperto di credito, con denaro fornito al Canada dal Fondo Internazionale Monetario secondo il programma “World Debt Reset”. In cambio per tale stralcio totale l’individuo dovrà rinunciare ad ogni sua proprietà, anche monetaria, per sempre. Dovrà anche vaccinarsi contro COVID-19 e COVID-21 per ottenere la possibilità di vivere e viaggiare senza restrizioni duranto i lockdown usando un sistema di identificazione noto come Canada HealthPass. Ai membri del comitato che hanno chiesto chi sarebbe diventato proprietario di tutti i beni spossessati dai cittadini e cosa sarebbe accaduto a banche e intermediatori finanziari è stato detto che “Se la vedrà il Word Debt Reset Program”. Altri hanno chiesto cosa accadrà a chi rifiuterà di vaccinarsi, di partecipare al programma, e la risposta è stata problematica. Ci è stato detto di impegnarci perché questo non accadra e che è nell’interesse dei cittadini farlo. Quando altri hanno continuato a far domande, la risposta è stata che quei soggetti sarebbero rimasti in Lockdown a tempo indefinito, per poi essere deportati in campi di isolamento come pericolo per la sicurezza pubblica. A quel punto gli sarebbe stato nuovamente richiesto di partecipare al programma di reset del debito ed essere liberati, o rimanere deportati a tempo indefinito con sequestro immediato di ogni loro avere. Potrete immaginare dopo aver sentito tutto questo le discussioni accalorate che sono nate, che non avevo mai visto. Alla fine ci è stato detto che il Primo Ministro Canadese aveva già deciso che si sarebbe andati avanti a prescindere, che ogni nazione e non solo il Canada avevano un simile programma e che dovevamo promuovere il cambiamento per il bene di tutti. Chi di noi opponeva è stato ignorato, hanno ignorato i nostri dubbi e ci è stato detto di andare avanti So solo che non mi piace e penso che porterà i Canadesi in un futuro oscuro. Insomma: una aberrante massa di fesserie.

Il “Folle piano di Trudeau per il 2021”: ancora Fake News

Sappiamo che nel colorato mondo del Complotto in Salsa Q Soros ormai è il nemico dell’anno scorso: quest’anno Trudeau tira un casino. Partiamo da un punto di vista essenziale, anzi da una informazione preliminare: non esiste alcun Comitato Strategico del Partito Liberale Canadese. Ed anche se esistesse sarebbe quantomeno peregrino assegnare ad un comitato interno di un solo partito Potestà all’interno di un Intero Governo. “Il post che avete citato ed altri col medesimo contenuto sono falsi, non esiste alcun comitato simile”, ha detto Braden Caley, Capo Direttore per le Comunicazioni del Partito Liberale Canadese Ci confermano i colleghi di FactCheck AFP. Esiste, come da noi, una Task Force basata su un Comitato Tecnico-Scientifico, collaudato dai tempi dell’Aviaria e usato per coordinare le campagne di informazione e controllo sull’abuso di stupefacenti, problema all’epoca sentito. Ma non esiste alcun Comitato Strategico supersegreto, e in realtà le singole regioni amministrative hanno una voce in capitolo molto forte. Ciò posto l’intera bufala è un tentativo di resuscitare la precedente bufala di Trudeau che vuole aprire i campi di detenzione per dissidenti, con l’aggiunta di ulteriori cavalli marci di battaglia in Salsa Q.
Come la fortissima componente antivaxx tra i fan del Patriota Q che li porta ad inserire la vaccinazione nell’improbabile gigacomplotto. E se nel “Folle piano di Trudeau per il 2021” la bufala del “Grande Reset”, quella cosa che misteriosamente è una cosa buonissima quando a farla è Trump, cattivissima quando a farla sono i Poteri Forti, ma in ogni caso sempre bufala resta in fondo rientra nell’ordinaria narrazione di Q, l’introduzione del colpo di teatro del “COVID-21” fa pensare che siamo ad un passo dalla scena di Trump e il Patriota Q che cominciano “A scopà, così, de botto, senza senso“ E torniamo a bomba alla pesante contraddizione della Narrazione del Patriota Q. Quella per cui se il Patriota Q deporta tutti i Dem non solo Americani, ma di tutto il mondo, a Guantanamo dopo averli brutalmente percossi e proposto loro di suicidarsi per evitare tale destino, spossessandoli di ogni avere per instaurare una Dittatura Mondiale Trumpista in tutto il mondo la cosa è buona, ma se sono i suoi nemici a farlo verso i suoi seguaci, ecco che nascono i guai. Infine, come in ogni teoria del complotto, abbiamo il tragicomico finale alla Scooby Doo. Quella per cui c’è sempre un enorme complotto segretissimo, e il cattivone di turno ce l’avrebbe fatta, se non fosse stato per quei complottisti intriganti e il loro stupido cellulare. L'articolo Il “Folle piano di Trudeau per il 2021”: ancora Fake News proviene da Bufale.



Sannioportale.it