• MARTEDÌ 7 LUGLIO 2020 - S. Claudio martire

Wall Street positiva su speranze ripresa economia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Teleborsa) – La borsa di Wall Street taglia il traguardo di metà seduta con cauto ottimismo sulle speranze di ripresa dell’economia globale che controbilanciano le tensioni persistenti tra Stati Uniti e Cina. Sul fronte macro sono stati pubblicati l’indice PMI manifatturiero, le spese per costruzioni e l’ISM manifatturiero. Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sta mettendo a segno un +0,33%; sulla stessa linea, lo S&P-500 procede a piccoli passi, avanzando a 3.057,56 punti. Guadagni frazionali per il Nasdaq 100 (+0,47%), come l’S&P 100 (0,2%). In buona evidenza nell’S&P 500 i comparti energia (+1,46%), finanziario (+1,33%) e beni di consumo secondari (+1,07%). Il settore sanitario, con il suo -0,99%, si attesta come peggiore del mercato. Al top tra i giganti di Wall Street, Boeing (+3,46%), American Express (+1,88%), Goldman Sachs (+1,58%) e Exxon Mobil (+1,58%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Pfizer, che continua la seduta con -7,04%. Vendite a piene mani su Verizon Communication, che soffre un decremento del 2,39%. Pessima performance per Cisco Systems, che registra un ribasso del 2,29%. Si concentrano le vendite su Johnson & Johnson, che soffre un calo dell’1,66%. Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Tripadvisor (+11,88%), Marriott International (+7,94%), American Airlines (+6,76%) e Mattel (+5,86%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su NetApp, che prosegue le contrattazioni a -3,37%. Sessione nera per Gilead Sciences, che lascia sul tappeto una perdita del 3,25%. In caduta libera Western Digital, che affonda del 2,50%. Pesante Cisco Systems, che segna una discesa di ben -2,29 punti percentuali. (Foto: Andrés Nieto Porras CC BY-SA 2.0)



Sannioportale.it