• MERCOLEDÌ 2 DICEMBRE 2020 - S. Bibiana vergine e martire

Vendite a piene mani sulle Borse europee

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Teleborsa) – Seduta negativa per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti. A pesare sul sentiment degli investitori contribuisce l’accelerazione dei nuovi casi di contagi di Covid e le nuove misure restrittive annunciate in Francia, a Londra e in diversi Paesi europei che riportano di attualità uno scenario di lockdown. Brusco peggioramento della dinamica sulle quotazioni del petrolio, che si orienta a marcati ribassi sulla scia dei crolli delle Bores europee, mentre il peggioramento del quadro alimenta i timori di una perdita di controllo nel Vecchio Continente sul nuovo diffodersi della pandemia Sul mercato Forex, prosegue cauto l’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,29%. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.893,9 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla del 2,31%, scendendo fino a 40,09 dollari per barile. Sale molto lo spread, raggiungendo +130 punti base, con un deciso aumento di 7 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dello 0,68%. Tra i mercati del Vecchio Continente pesante Francoforte, che segna una discesa di ben -2,77 punti percentuali, seduta drammatica per Londra, che crolla dell’1,89%. Sensibili perdite anche per Parigi, in calo del 2,22%. Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa del 2,61%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share crolla del 2,59%, scendendo fino a 20.901 punti. Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti. Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti materie prime (-5,79%), assicurativo (-3,61%) e beni per la casa (-3,50%). Unica Blue Chip di Milano a ottenere un buon risultato BPER, che segna un aumento dello 0,54%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Tenaris, che ottiene -5,91%. In apnea Pirelli, che arretra del 5,75%. Tonfo di Poste Italiane, che mostra una caduta del 4,78%. Calo deciso per Saipem, che segna un -4,49%. Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Tinexta (+2,85%) e La Doria (+0,95%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Biesse, che ottiene -6,86%. Lettera su Technogym, che registra un importante calo del 5,52%. Affonda MARR, con un ribasso del 5,52%. Crolla Cerved Group, con una flessione del 5,19%. (Foto: © Simona Flamigni | 123RF)



Macrolibrarsi
Sannioportale.it