• DOMENICA 9 AGOSTO 2020 - S. Romano martire

Rialzo controllato per le Borse europee

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Teleborsa) – Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia. Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,131. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.809,6 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla dell’1,82%, scendendo fino a 39,81 dollari per barile. Sulla parità lo spread, che rimane a quota +170 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,24%. Tra gli indici di Eurolandia Francoforte avanza dell’1,06%, si muove in territorio positivo Londra, mostrando un incremento dello 0,98%, e denaro su Parigi, che registra un rialzo dello 0,72%. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 19.808 punti, mentre, al contrario, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 21.591 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,03%); come pure, consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,07%). In buona evidenza a Milano i comparti telecomunicazioni (+2,37%), vendite al dettaglio (+1,83%) e tecnologia (+1,63%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto beni industriali, che riporta una flessione di -2,46%. Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, su di giri Telecom Italia (+4,21%). Acquisti a piene mani su Pirelli, che vanta un incremento del 2,56%. Effervescente Leonardo, con un progresso del 2,35%. Incandescente Buzzi Unicem, che vanta un incisivo incremento del 2,03%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Atlantia, che prosegue le contrattazioni a -13,70%. Scivola DiaSorin, con un netto svantaggio dell’1,21%. In rosso Nexi, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,15%. Spicca la prestazione negativa di Banca Generali, che scende dell’1,00%. Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Technogym (+5,54%), Saras (+2,14%), Ferragamo (+2,07%) e Brunello Cucinelli (+1,90%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su ASTM, che prosegue le contrattazioni a -3,47%. Enav scende del 2,23%. In caduta libera Banca MPS, che affonda del 2,05%. Pesante RCS, che segna una discesa di ben -2,02 punti percentuali. (Foto: © Federico Rostagno | 123RF)



Macrolibrarsi
Sannioportale.it