• MARTEDÌ 14 LUGLIO 2020 - S. Francesco Solano

Milano scende, l’Europa fa peggio

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Teleborsa) – Si muove al ribasso Piazza Affari, così come gli altri mercati europei che mostrano segnali negativi, complici le prese di profitto dopo i recenti in seguito alla riapertura delle attività e all’annuncio del pacchetto di stimoli da parte di Bruxelles. Sui mercati pesano le nuove tensioni USA-Cina, insieme alle proteste in atto a Hong Kong, dopo l’approvazione della normativa di Pechino contro la secessione dell’ex colonia britannica. Sul mercato valutario, lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,27%. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,32%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla del 2,85%, scendendo fino a 32,75 dollari per barile. Avanza di poco lo spread, che si porta a +187 punti base, evidenziando un aumento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,43%. Tra i listini europei sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,47%. Soffre Londra, che evidenzia una perdita dell’1,01%. Preda dei venditori Parigi, con un decremento dell’1,26%. Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,53%. In buona evidenza a Milano i comparti viaggi e intrattenimento (+1,35%), utility (+1,18%) e telecomunicazioni (+0,96%). Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti materie prime (-1,93%), petrolio (-1,80%) e beni per la casa (-1,78%). Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente Juventus, che vanta un incisivo incremento del 4,18% in vista della ripresa del campionato di calcio di Serie A il prossimo 20 giugno. Sostenuta Enel, con un discreto guadagno dell’1,49%. Buoni spunti su Terna, che mostra un ampio vantaggio dell’1,27%. Seduta senza slancio per Diasorin, che riflette un moderato aumento dello 0,83%. I più forti ribassi, invece, si verificano su Pirelli, che continua la seduta con -3,80%. In apnea Ferragamo, che arretra del 3% su realizzi dopo il rally della vigilia. Si concentrano le vendite su CNH Industrial, che soffre un calo del 2,90%. Tonfo di Fiat Chrysler, che mostra una caduta del 2,86%. In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Banca MPS (+12,27%), Falck Renewables (+4,10%), Illimity Bank (+2,79%) e Aeroporto di Bologna (+2,68%). Le peggiori performance, invece, si registrano su FILA, che ottiene -3,08%. Lettera su Cattolica Assicurazioni, che registra un importante calo del 2,84%. Affonda Danieli, con un ribasso del 2,79%. Vendite su Piaggio, che registra un ribasso del 2,58%. (Foto: © Luca Ponti | 123RF)



Macrolibrarsi
Sannioportale.it