• VENERDÌ 27 NOVEMBRE 2020 - S. Valeriano vescovo

Gros-Pietro presenta la mostra “China goes urban” a Torino

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Teleborsa) – “Il significato di una collaborazione come questa è legata anche all’importanza di un evento scientifico e culturale così importante specie in questo periodo”. Così Gian Maria Gros-Pietro, presidente di Intesa Sanpaolo, introduce la mostra “China goes urban“, fino al 14 febbraio al Museo d’arte orientale di Torino, a cura del Politecnico della città e di Prospekt Photographers e in collaborazione con la Tsinghua University di Pechino e la banca. Tema dell’esposizione è l’urbanizzazione delle città cinesi, passate dal raccogliere l’1% della popolazione nel 1978 al 60% attuale. Di conseguenza, nuove costruzioni e infrastrutture hanno cambiato il paesaggio e la natura come mostrano una serie di fotografie. “Come Intesa Sanpaolo siamo ai vertici in Europa, con una funzione centrale in Italia e non, abbiamo mille filiali all’estero – spiega il banchiere -, ma questo non basta: fare banca e impresa in generale in senso economico non è più sufficiente. Vogliamo essere una realtà d’impatto, come da nostro piano d’impresa 2018-2021″. In particolare, Gros-Pietro ricorda “gli obiettivi sociali e ambientali che vogliamo raggiungere, guardando al futuro, alla ricerca scientifica, all’economia circolare e alla libertà di scelta delle persone. Nel lockdown abbiamo donato 100 milioni arrivati subito alla Protezione civile, le strutture pubbliche e private devono collaborare e abbiamo dimostrato che è possibile”. Un passaggio viene dedicato dal presidente anche alla “presenza in ambito culturale, insita nel nostro DNA, attraverso il Progetto Cultura e le Gallerie d’Italia, i musei della Banca a Milano, Napoli, Vicenza e presto anche a Torino, dove Palazzo Turinetti ospiterà la quarta sede dedicata alla fotografia e alla video arte. Questa iniziativa ci permette di rafforzare i rapporti con le istituzioni culturali e con il Politecnico di Torino e di conseguenza anche con la prestigiosa Università Tsinghua in Cina”.



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it