• DOMENICA 9 MAGGIO 2021 - S. Pacomio abate

Borse UE in rialzo, poco mossa Piazza Affari

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Teleborsa) – Le principali borse europee tagliano il traguardo di metà seduta confermando l’impostazione positiva dell’avvio. A sostenere il sentiment degli investitori i segnali incoraggianti sulla ripresa economica in arrivo dagli Stati Uniti e dalla Cina. Sul mercato valutario, stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,199. L’Oro, in aumento (+0,75%), raggiunge 1.776,8 dollari l’oncia. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 63,45 dollari per barile. Lieve peggioramento dello spread, che sale a +102 punti base, con un aumento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,74%. Tra i mercati del Vecchio Continente sostenuta Francoforte, con un discreto guadagno dello 0,88%, piccoli passi in avanti per Londra, che segna un incremento marginale dello 0,43%, e giornata moderatamente positiva per Parigi, che sale di un frazionale +0,31%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 24.549 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 26.833 punti.
Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, buoni spunti su Moncler, che mostra un ampio vantaggio dell’1,27%. Ben impostata Pirelli, che mostra un incremento dell’1,22%. Tonica Unipol che evidenzia un bel vantaggio dell’1,19%. In luce Exor, con un ampio progresso dell’1,05%. I più forti ribassi, invece, si verificano su Nexi, che continua la seduta con -1,50%. Saipem scende dell’1,42%. Calo deciso per Tenaris, che segna un -1%. Tentenna STMicroelectronics, con un modesto ribasso dello 0,89%. Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Esprinet (+3,91%), Danieli (+3,33%), Tinexta (+2,93%) e Maire Tecnimont (+2,44%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Illimity Bank, che ottiene -1,28%. Sotto pressione Tod’s, con un forte ribasso dell’1,20%. Soffre Banca Ifis, che evidenzia una perdita dell’1,13%. Giornata fiacca per Credem, che segna un calo dello 0,59%.



Sannioportale.it