• VENERDÌ 22 OTTOBRE 2021 - S. Marco vescovo

Acciaio, produzione mondiale in forte crescita

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Teleborsa) – La produzione mondiale di acciaio è cresciuta del 13% nei primi sette mesi del 2021, attestandosi a quasi 1,2 miliardi di tonnellate, livello che e supera del 7,5% i livelli del 2019. E’ quanto emerge dall’analisi del mercato siderurgico realizzata dall’Ufficio Studi Siderweb, presentata durante un webinar. A dominare il mercato è l’Asia con una quota di mercato del 73%, dove la Cina ha una quota del 56% con una produzione di 650 milioni di tonnellate. Fra il 2021 ed il 2019, l’Asia ha visto la produzione crescere di 78 milioni di tonnellate, il Sud America di 1,3 milioni di tonnellate ed il Medioriente di 2 milioni. Il mercato si contrae invece in Europa (-1,5 milioni di tonnellate) e Nord America (-2 milioni).
Il 2021 è iniziato molto bene per l’Italia che nei primi sette mesi dell’anno ha orodotto 1,3 milioni di tonnellate di acciaio, realizzando il miglior risultato dal 2012. I prezzi delle materie prime, invece, sono tornati a scendere dopo l’impennata dei mesi scorsi. Il prezzo del materiale ferroso si è riportato a 150 dollari, oscillando fra un minimo di 84 dollari nel 2020 ed un massimo di 214 dollari raggiunto a luglio. Il prezzo del rottame turco ha oscillato fra un minimo di 228 dollari del 2020 ad un massimo di oltre 500 dollari a giugno di quest’anno, per assestarsi a 440-450 dollari. Sul mercato italiano stessa dinamica pe la ghisa, che ha toccato il massimo a maggio 2021, per tornare a scendere in estate, riportando0 una flessione del 15% negli ultimi due mesi.



Sannioportale.it