• MERCOLEDÌ 27 MAGGIO 2020 - S. Agostino v. di Canterbury

Lavoro, Capone “Smart working tra i nuovi modelli da normare”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Italpress.com e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


ROMA (ITALPRESS) – Sì allo smart working ma se regolamentato a dovere, per non farlo diventare una pratica a svantaggio del lavoratore. Lo sostiene, in un’intervista alla Italpress, il segretario generale dell’Ugl Paolo Capone, condividendo la proposta della Cgil e mettendo in evidenza luci e ombre emerse durante la quarantena. “Dalle testimonianze che ho raccolto […]



Sannioportale.it