• VENERDÌ 23 APRILE 2021 - S. Adalberto vescovo

Sanremo 2021: i top e i flop della prima serata del Festival

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Zon.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La prima serata di Sanremo 2021 si è divisa tra momenti top e flop: dalla performance della Bertè alla “comicità” di Ibra, fino alla lezione sulle dita dei piedi Il Festival di Sanremo 2021 si apre nel buio totale. L’inizio e la gara delle Nuove Proposte Al termine di un conto alla rovescia, Amadeus scende dall’iconica scalinata e l’Ariston si accende: decolla così l’astronave di questa edizione singolare dove “il cuore batte più forte“. “Abbiamo scoperto che la normalità è una cosa straordinaria e per averne un po’ abbiamo lavorato in maniera straordinaria“, scandisce il presentatore. A sottolineare le sue parole una manciata di applausi finti in stile Friends che iniziano a lambirci il cuore di uno strato di tristezza. Meno male che arriva Fiorello, più fiorito che mai: versione Nilla Pizzi, con 21 kg di mantello. Il trash è un tappabuchi perfetto, ma forse too much. Dov’è la magia di Sanremo? Quella che ci convinceva, a partire dal minuto uno che, nell’arco di una serata lunghissima, tutto sarebbe stato possibile. Siamo costretti a ridimensionare le nostre aspettative e a goderci la gara delle nuove proposte. Sono promossi alla semifinale di venerdì Folcast e Gaudiano, rimandati Avincola e Elena Faggi. Quest’ultima riceve i tradizionali fiori di Sanremo 2021, ma quest’anno l’omaggio viene consegnato con tanto di carrello con le rotelle (sulla scia dei famosi banchi), tra le battutine di Fiorello che ironizza sul protocollo. La busta non è ancora pronta: nell’attesa, Ama e Fiorello scorrazzano saltellando tra i sedili abbassati e vuoti. Una scena che mi ha ricordato Heidi. Diodato: momento nostalgia Momento nostalgia: la regia passa in rassegna una foto dell’edizione precedente che risale all’8 febbraio 2020. Si vede Diodato con un sorriso in stile Mentaldent che solleva il Leone d’oro: è l’ultima immagine felice prima che l’intero Paese scivolasse in un imprevisto lockdown e che “Fai rumore” diventasse l’inno dai balconi. Dopo qualche minuto, Amadeus si sveglia: “Mi mostrate la foto” (di Diodato, ndr). Fiorello lo riprende: “Si è già vista“; Il conduttore ha la risposta pronta, e la mia stessa reazione quando i prof cambiano slide troppo velocemente: “Io non stavo guardando e voglio rivedere“. Sul palco spunta proprio Diodato, o il suo figlio illegittimo: il cantante è l’unico, in questi 365 giorni, ad essere ringiovanito. Sanremo 2021: la gara dei Big inizia da Arisa Dopo 52 minuti, quando la palpebra sta per calare ma il tuo sentimento nazionalistico le dice di no, il primo Big si palesa. E’ ...



Sannioportale.it