• DOMENICA 24 GENNAIO 2021 - S. Feliciano vescovo

"Zona rossa fino al 3 dicembre?". Fontana non ci sta: Lombardia, i dati non tornano. Riparte il braccio di ferro con il governo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


È di nuovo braccio di ferro tra Stato e regioni. Questa volta ad alzare il polverone è Attilio Fontana che, numeri alla mano, rivendica per la sua Lombardia la zona arancione. "Nonostante la mia opposizione - esordisce il governatore - il Governo intende mantenere in vigore fino al 3 dicembre le attuali misure restrittive e, quindi, lasciare la Lombardia in zona rossa. Nel dpcm sono presenti automatismi secondo i quali la Lombardia è da due settimane pienamente nei parametri previsti per il passaggio in zona arancione. Ho fatto presente al Governo che, così come si applicano automatismi in senso negativo, gli stessi devono essere attuati quando la situazione migliora".     A Milano cala infatti l'indice Rt, ossia quello che descrive il tasso di contagiosità. "Siamo sotto l'1%, siamo a circa a 0,86", aveva già annunciato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it