• SABATO 4 DICEMBRE 2021 - S. Barbara vergine

Tsunami su Domenico Arcuri, indagato per tre differenti reati: gravissimi sospetti sul fedelissimo di Conte

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Una bomba su Domenico Arcuri: infatti l'ex Commissario per l'emergenza Covid-19 risulta indagato a Roma per corruzione, peculato e abuso d'ufficio. Per la corruzione la procura ha chiesto l'archiviazione del fascicolo. Sulla richiesta si deve esprimere il gip. Per le altre due accuse l'inchiesta va avanti. Il fedelissimo di Giuseppe Conte, insomma, nel mirino della magistratura. L'inchiesta è quella relativa alle mascherine, i dispositivi di protezione indiviudale contro il Covid.   Lo scorso sabato, riporta Repubblica, Arcuri è stato sentito dai pubblici ministeri Varone e Tucci della Procura di Roma, in relazione alla nota inchiesta sulle mascherine per le fattispecie di abuso d'ufficio e peculato. A renderlo noto è l'ufficio stampa dello stesso Arcuri.   Nella nota diffusa dallo staff dell'ex commissario, si legge: "È stato così possibile un confronto e un chiarimento che si auspicava da molto tempo con l'autorità giudiziaria, rispetto alla quale sin dall'origine dell'indagine il dott. Arcuri ha sempre avuto un atteggiamento collaborativo, al fine di far definitivamente luce su quanto accaduto", conclude la nota.  



Sannioportale.it