• LUNEDÌ 14 GIUGNO 2021 - S. Eliseo profeta

Roma: regolamento primarie centrosinistra alle limature, rush finale per candidato Pd

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Roma, 6 mag (Adnkronos) - Un sistema 'ibrido' di voto con la regolamentazione dell'on line, voto ai 16enni, due euro di contributo. Il regolamento per le primarie del centrosinistra a Roma è alla stretta finale. L'intenzione è di mettere la parola fine nella riunione di domani del tavolo di coalizione in modo da partire subito con la raccolta delle firme, presentare i candidati e garantire un mesetto di campagna elettorale fino al voto del 20 giugno. L'obiettivo, che per scaramanzia nessuno nel centrosinistra sbandiera troppo, è quello di arrivare a quota 100mila votanti. Molto, certo, dipenderà dai candidati in campo e dal loro impegno. Quelli certi: Tobia Zevi, Paolo Ciani, Giovanni Caudo. Ma, soprattutto, dal nome su cui deciderà di puntare il Pd. Roberto Gualtieri è pronto da tempo, ha incontrato Enrico Letta più volte, sta ricevendo molte sollecitazioni. Tanto che si era diffusa la voce della formalizzazione della sua discesa in campo entro questo week end, forse già sabato. Ma, in realtà, in queste ore la questione è ancora in stand by. Il punto resta sempre il coinvolgimento di Nicola Zingaretti, che ha più volte detto di non avere intenzione di correre per il Campidoglio. "Penso che sia la candidatura di Zingaretti che di Gualtieri siano molto forti", diceva ancora stamattina Goffredo Bettini. La ricerca di una intesa con il M5s per blindare la Regione e spingere l'ex segretario Pd a candidarsi non sarebbe, evidentemente, una opzione totalmente abbandonata. Anche a giudicare dal tweet che Carlo Calenda ha fatto uscire nel pomeriggio.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it