• SABATO 26 SETTEMBRE 2020 - S. Damiano Martire

Olivia Paladino, schiaffo alla miseria? Italiani in rivolta: "Ecco il vero regalino di Conte". Occhio al dettaglio... | Guarda

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Uno schiaffo alla miseria da Olivia Paladino? Molto, sui social, si sta discutendo della borsetta da 80mila euro e rotti sfoggiata dalla compagna del premier Giuseppe Conte in Puglia. Una Kelly di Hermes in stile picnic valutata, appunto, 81.604 euro. Vero? Falso? Come ha fatto notare il sito Bufale.net, specializzato nello smascherare fake news, la borsa presenterebbe alcune differenze rispetto alla versione "da collezione" e quindi acquistabile a un prezzo decisamente meno astronomico. Oppure potrebbe trattarsi addirittura di una delle tante imitazioni della borsa più iconica della storia della moda dell'ultimo secolo.       In ogni caso, come ha ricordato anche Giada Oricchio sul Tempo, da questo "caso" emergono 2 verità. Prima: gli insulti sulla Rete sono immotivati, visto che la Paladino proviene da una famiglia benestante, lavora come manager nel lussuoso Grand Hotel Plaza di Roma e potrebbe togliersi molti sfizi, senza ricorrere ai "regalini" di Conte. Seconda verità: "L'unico 'regalo' certo - ricorda il Tempo - è quello di Conte al padre della fidanzata. Cesare Paladino, tra il 2014 e il 2018, non ha versato al Comune di Roma due milioni di euro di tassa di soggiorno. Prima ha patteggiato, poi ha chiesto la revoca della sentenza in base alla norma del Decreto Rilancio che ha derubricato "l'omesso, ritardato o parziale versamento dell'imposta di soggiorno da peculato a sanzione  amministrativa". Altro che una borsetta di lusso.     



Macrolibrarsi
Sannioportale.it