• SABATO 4 DICEMBRE 2021 - S. Barbara vergine

Manovra: Draghi, 'condivido principio rdc, ma no abusi e no intralcio a trovare lavoro'

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Roma, 28 ott. (Adnkronos) - "Sul rdc ho già detto in passato che ne condivido il principio, ma bisogna che abbia un'applicazione che sia esente da abusi e che non sia da intralcio al buon funzionamento del mondo del lavoro. I controlli, che verranno dettagliati nei prossimi giorni", saranno studiati "per raggiungere il primo obiettivo", dunque saranno "molto più precisi e ex ante". Così il premier Mario Draghi, in conferenza stampa. "Fino all'ultimo nel cdm - spiega - abbiamo portato avanti una riflessione per controlli che consentano di raggiungere anche il secondo obiettivo, cioè che il rdc per gli occupabili non sia un ostacolo all'accettazione di proposte di lavoro. Inoltre, a differenza che in precedenza, il precettore se rifiuta la proposta avrebbe perso al 100%" il rdc, "ora invece è graduata, ma importante controllare se abbia ottenuto e rifiutato la proposta per far partire il decalage". Su modalità e meccanismi, "ci stiamo ragionando". Ma finora il rdc, ammette Draghi, "non ha funzionato, ma bisogna mantenerne lo spirito che io condivido. Ma il rdc non deve ostacolare il mondo lavoro, cosa che c'è stata, con un chiaro disincentivo ad accettarle in bianco, invece ad accettarle in nero c'è tutto. Ci stiamo ancora ragionando".



Sannioportale.it