• MERCOLEDÌ 27 GENNAIO 2021 - S. Angela Merici

Lombardia: Consiglio approva programma regionale energia e ambiente

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Milano, 24 nov. (Adnkronos) - Riduzione delle emissioni di anidride carbonica del 40% entro il 2030 con l'obiettivo della neutralità carbonica del 2050, riduzione fino al 32% dei consumi di energia in tutti i settori rispetto ai livelli del 2005, produzioni da fonti energetiche rinnovabili fino al 33% dei consumi di energia, crescita del sistema produttivo al servizio della de carbonizzazione, risposta adattiva e resiliente del sistema lombardo ai cambiamenti climatici. Sono i cinque punti cardine del Preac, il Programma Regionale Energia, Ambiente e Clima, cui oggi il Consiglio regionale ha dato il via libera votando l'atto di indirizzi. La visione del Preac è fondata sulla transizione dall'idea di diminuire e minimizzare il ricorso alle fonti fossili ed il consumo di risorse naturali, su cui si è imperniato il Programma Energetico Ambientale Regionale (Pear) del 2015, all'idea di incrementare i fattori propulsivi per la nuova economia sostenibile lombarda. Decarbonizzazione e sostenibilità possono essere mezzo e fine della trasformazione dei territori in chiave di rilancio che valorizzi le comunità locali, le imprese e l'innovazione. Il relatore, Riccardo Pase (Lega), l'ha definito un “documento strategico fondamentale e importantissimo” che da un punto di vista normativo e operativo “si inserisce all'interno di un processo che esula dai soli obiettivi regionali per abbracciare strategie di scala internazionale, quali l'agenda Onu 2030 e l'accordo di Parigi, nonché europei e nazionali”. Secondo il Presidente della Commissione Ambiente di Palazzo Pirelli, il Preac “non rappresenta un semplice atto amministrativo, ma un'ipoteca sul futuro, il nostro futuro e quello delle prossime generazioni”.



Sannioportale.it