• DOMENICA 28 FEBBRAIO 2021 - S. Giusto martire in Roma

Lingua da Covid, cos'è e come riconoscerla: basta guardarsi allo specchio

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il professor Tim Spector, epidemiologo del King's College of London, ha affermato attraverso un tweet che "una persona su cinque con Covid presenta ancora sintomi meno comuni che non figurano nell'elenco ufficiale della PHE (Public Health England), come eruzioni cutanee. Così come un numero crescente di persone ha mostrato lingue Covid e strane ulcere alla bocca". A conferma di questa tesi arriva il parere di Gabriel Scally, medico di salute pubblica e presidente di epidemiologia e salute pubblica presso la Royal Society of Medicine, che al The Sun ha dichiarato: "I sintomi in bocca sono stati descritti per qualche tempo in associazione con il Covid-19. È un virus così problematico da trattare in quanto produce effetti in una così vasta gamma di sistemi corporei. Il nome medico per un gonfiore acuto della lingua che si verifica come parte di una sindrome è glossite".     Nel Regno Unito nel frattempo è stata creata l'app Covid Symptom Study per aiutare i ricercatori a scoprire nuovi sintomi grazie alle segnalazioni degli utenti. Si è scoperto che una persona su cinque (20%) con un risultato positivo del test ha un'eruzione cutanea. I pazienti hanno sofferto di protuberanze rossastre e violacee sulle dita delle mani o dei piedi, che possono essere doloranti ma di solito non pruriginose. È più comune nelle persone più giovani, tende ad apparire più tardi e può durare per diverse settimane.



Sannioportale.it