• GIOVEDÌ 13 AGOSTO 2020 - SS. Ponziano e Ippolito martiri

Coronavirus: torna coprifuoco a Belgrado, scattano proteste davanti a parlamento

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Belgrado, 7 lug. (Adnkronos/Dpa) - L'annuncio di un nuovo coprifuoco nel fine settimana in Serbia ha scatenato delle proteste. Circa 1.000 manifestanti si sono radunati davanti al Parlamento a Belgrado dopo che il presidente serbo Aleksandar Vucic ha annunciato nuove misure restrittive per far fronte all'emergenza coronavirus. Alcuni manifestanti hanno fatto irruzione nel parlamento ma sarebbero stati respinti dalle forze di polizia. Molti manifestanti si sono radunati senza mascherine mentre in Serbia la situazione sanitaria è tornata a peggiore con un gran numero di contaggi e di dicessi. "Tutti gli ospedali di Belgrado sono quasi pieni", ha detto Vucic nel corso di un discorso televisivo alla nazione. "I dati a Belgrado sono pessimi. Stiamo optando per un lungo coprifuoco per il fine settimana, da venerdì a lunedì", ha aggiunto spiegando che le riunioni con oltre 5 persone saranno vietate da mercoledì. Oggi la Serbia ha registrato 13 morti in più rispetto al giorno precedente e ha registrato 299 nuovi casi di Covid-19. La settimana scorsa si sono registrati quasi 250-350 nuovi casi ogni giorno.



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it