• GIOVEDÌ 29 LUGLIO 2021 - S. Marta vergine

Allarme bomba prima di Italia-Svizzera: "Poteva esplodere", a chi appartiene la macchina

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Liberoquotidiano.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Allarme bomba nei pressi dello stadio Olimpico, dove stasera si giocherà la partita di Euro 2020 tra Italia e Svizzera. A poche ore dal calcio d'inizio si è verificato un episodio che ha fatto salire l'allarme, ma che non sembra essere collegato alla partita: una Smart parcheggiata vicino lo stadio è stata notata da alcuni passanti perché fuoriuscivano alcuni fili sospetti. Intorno alle 17.40 sarebbe arrivata la chiamata al 112 da parte di un uomo: sul posto si sono recati artificieri, ambulanze del 118 e vigili del fuoco.  Effettivamente sulla carrozzeria della macchina è stato trovato un ordigno artigianale, che per come era stato confezionato sarebbe potuto esplodere: le forze dell'ordine hanno infatti rivenuto una bombola contenente polvere pirica e bulloni con dei fili elettrici. L'auto era parcheggiata in via Tito Speri, nel quartiere Prati, e secondo le indiscrezioni dell'Adnkronos appartiene a Marco Doria, presidente per la riqualificazione dei parchi e delle ville storiche di Roma.  L'uomo aveva già ricevuto minacce in passato ed era sottoposto a una misura di tutela da parte della prefettura, che dopo quanto accaduto oggi ha subito intensificato i controlli nei suoi confronti: nel prossimo comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica si valuterà se alzare o meno la tutela di Marco Doria. Intanto sono in corso le indagini da parte delle forze dell'ordine. 



Sannioportale.it