• GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020 - S. Pacifico da S. Severino

La Cassazione dice “no” al risarcimento per la sindrome Down non diagnosticata

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Fanpage.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.



Respinta la richiesta di una coppia di Lucca: la loro bimba è nata con la sindrome di Down perché l'anomalia non era stata diagnosticata, ma la madre aveva già detto che avrebbe abortito se lo avesse saputo in fase di gravidanza. Per questo motivo aveva citato l'Asl. Ora però la Suprema Corte si è opposta alla richiesta di risarcimento: "Nascere sani non è un diritto".
Continua a leggere



Macrolibrarsi
Sannioportale.it