• MERCOLEDÌ 21 OTTOBRE 2020 - S. Orsola martire

La pensione ai superstiti: quali sono le soglie di reversibilità nel 2016?

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Blastingnews.com e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La pensione di reversibilità, è una prestazione economica erogata dall’Inps che può essere diretta o indiretta, la quale spetta al congiunto più prossimo in caso di decesso del pensionato o dell'assicurato, ma solo a determinate condizioni. È necessario infatti che il pensionato o l’assicurato, abbia i requisiti assicurativi e contributivi per i trattamenti di invalidità, di anzianità o di vecchiaia. Tali requisiti sono: almeno 15 anni di contributi e che sia assicurato da almeno 5 anni, di cui almeno 3 versati nel 5 anni precedenti al decesso. La pensione di reversibilità è stabilita in una quota percentuale rispetto a quella che avrebbe dovuto percepire o già percepiva il soggetto deceduto. Tale quota è: del 60% al coniuge; dell’80% se vi siano coniuge ed un figlio; del 100% qualora vi siano coniuge e 2 ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it