• SABATO 5 DICEMBRE 2020 - S. Saba abate

Benevento, temono il licenziamento e salgono su una gru: la protesta dei lavoratori dell'Asia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


GUARDA VIDEO Tornano a protestare i tre lavoratori degli ex Consorzi rifiuti assunti dall''Asia. Antonio De Ianni, Enzo Ulano e Alberto Signoriello hanno scelto di ripetere la protesta del 15 ottobre 2013, quando salirono sulla gru nel cantiere del Museo di Piazza Duomo. Questa mattina, infatti, Ulano e De Ianni si sono arrampicati fino al punto più alto e da lì hanno dato il via alla loro dimostrazione.

Un''azione simbolica per ribadire le loro preoccupazioni in vista dell''udienza al Tribunale di Benevento che domani dovrebbe decidere, se non ci sarà rinvio, se confermare la loro assunzione nell''azienda presieduta da Lucio Lonardo.

Come si ricorderà, la vertenza ha avuto inizio nel febbraio 2014 quando i giudici del lavoro imposero all''azienda municipale l''assunzione dei tre operatori ecologici. A questa decisione si era opposta l''Asia che aveva presentato un ricorso.

“Dopo 19 mesi di proficuo lavoro nel molto criticato e molto carente settore dello spazzamento delle strade cittadine – ha spiegato De Ianni, contatto telefonicamente da Ntr24 -, l''azienda vorrebbe ancora liberarsi di noi e abbiamo il timore che i giudici possano accogliere le richieste della municipalizzata”.

L''obiettivo dei tre è quello di richiamare l''attenzione dell''opinione pubblica su una vertenza che si trascina ormai da troppo tempo.Tra le richieste dei lavoratori c''è anche quella di rinviare l''udienza in attesa di avere un colloquio con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che sarà nel Sannio il prossimo 19 settembre.

“Il lavoro è un diritto costituzionale – ha sottolineato De Ianni – non capiamo perché ci vogliono privare della nostra unica fonte di sostentamento”.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it