• GIOVEDÌ 1 DICEMBRE 2022 - S. Eligio vescovo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Enrico De Lauro a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



CRONACA, purtroppo, VERA, L’IMMOBILITA’ DELLA COMMISSIONE MOBILITA’

Nel comunicato 84246 di gazzetta di Benevento, si esprime soddisfazione per il completamento del primo step dei lavori sul ponte Vanvitelli. In qualità di cittadino, come tanti, gran pagatore di tasse e tributi in cambio del sempre peggio, non sono affatto soddisfatto e non credo di essere il solo. E ciò per i seguenti motivi:

1) In tempo utile rispetto al preannunciato inizio dei lavori, studiato il caso  insieme ad alcuni amici volenterosi ed allo scopo di evitare ingenti spese e gravi disagi ai concittadini, proposi di  effettuare i lavori i tre step  a costo zero e disagi zero, in modo da mantenere quasi inalterato il dispositivo di traffico ed il necessario doppio senso di marcia. (http://www.ntr24.tv/it/news/cittadini/viabilita-e-lavori-sul-ponte-calore-di-benevento-il-cittadino-enrico-de-lauro-scrive-ai-responsabili-della-mobilita.html ) Nessuna risposta ed inizio lavori, in due step, il 18 maggio con contestuale strana aggressione, con lesioni, al proponente. 

2) fu necessaria l’immediata richiesta di audizione in commissione mobilità, inevasa e con la seguente, testuale e non esaustiva risposta del comandante della polizia municipale: “ la proposta di viabilità provvisoria presentata dal nominato in oggetto è in contrasto con le prescrizioni del R.U.P. del lavoro pubblico in argomento, con le esigenze della ditta incaricata dei lavori, inoltre , non tiene conto delle norme previste dal C. d. S. e regolamento di attuazione. Pertanto non è attuabile ne può essere preso parzialmente in considerazione”.

3) Fu necessaria nuova lettera aperta a consiglieri e commissione (http://www.comunemente.net/articolo.asp?id=28  ) facendo notare, tra l’altro, che anche dopo la velocissima demolizione di metà carreggiata era possibile il necessario doppio senso di marcia e, nella necessaria risposta alla commissione mobilità, (http://www.comunemente.net/articolo.asp?id=30  ) fu contestata l’affermazione, implicita, secondo la quale 60000 concittadini che pagano dovrebbero sottostare, a loro spese e disagi, alle esigenze della ditta anziché viceversa e fu ribadita, tra l’altro, la richiesta di audizione e di copia della, solo nominata relazione del RUP. Son passati così infruttuosi 4 lunghissimi mesi di spese  e perdite di tempo ingiustificate  per i cittadini che all’andata percorrono circa 150 metri ed al ritorno circa 3000, con sperpero di pubblico denaro, gravi pericoli di  intempestivi soccorsi, ecc. ed il tutto con la pratica immobilità della commissione mobilità che neppure ha inviato il richiesto motivato diniego di audizione! 
Constatata platealmente la sordità dei nostri rappresentanti a palazzo Mosti, a tutti i livelli e per scongiurare altri lunghissimi mesi in queste pessime e costose condizioni, non resta che organizzare una petizione ufficiale con gazebo proprio li, “in co’ del ponte presso a Benevento”.

Conto sulla vostra collaborazione. [email protected]
Testi ed immagini Copyright Enrico De Lauro



Sannioportale.it