• MERCOLEDÌ 27 GENNAIO 2021 - S. Angela Merici

Sting e Zucchero, un duetto e tanta voglia di superare l'isolamento

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright tg24.sky.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


L’immagine è calda, sa di amicizia. Sting e Zucchero affacciati su un panorama della campagna italiana duettano nel loro nuovo singolo. E’ il video di “September”, una canzone dalle melodie rassicuranti e tonde, dove il desiderio di stare insieme è il sentimento dominante. Questo pezzo anticipa i rispettivi album. Quello di Zucchero, “D.O.C. Deluxe”, sarà il primo ad uscire, l’11 dicembre. L’album di Sting, “Duets”, sarà distribuito il  19 Marzo.  I due sembrano parlare volentieri della loro affinità artistica e del loro rapporto personale. “La nostra amicizia è molto forte – dice Sting- Zucchero è come me, un uomo di famiglia, appassionato di musica. Abbiamo molto in comune, entrambi coltiviamo vino e abbiamo splendide mogli.”  

"Ispirati da Bach"

  “Le nostre due voci stanno bene insieme - aggiunge Zucchero - Sono due voci che abbiamo già sperimentato in altre occasioni, sia dal vivo che su disco. Musicalmente Sting è la parte più sofisticata ed elegante. Io sono un po’ più ruvido. Abbiamo però in comune un bagaglio musicale abbastanza simile: tutti e due abbiamo studiato Bach e siamo stati ispirati da Bach. Entrambi abbiamo suonato ovunque diversi tipi di musica, anche prima di fare dischi. C’è molta affinità.” A dicembre dunque torna “D.O.C.” in una versione Deluxe che conterrà, oltre all’album originale e a “September”, anche sei nuove canzoni. Si tratta di inediti, adattamenti e cover.  Zucchero, tra le canzoni dell’album ce n’è qualcuna scritta durante la pandemia? “Ce ne sono tre, più il duetto, che Sting ha scritto a giugno, quando mi ha contattato – risponde il cantautore - Sono state fatte a distanza: io ero a casa e i musicisti erano in Italia o anche dall’altra parte dell’Oceano. Sta cambiando tutto, è un modo diverso di lavorare, ma è l’unico modo, visto che per adesso il live ci è precluso.”  

Concerti in progetto

  Le manca il live? C’è il progetto di presentare dal vivo l’album durante i 14 concerti all’Arena di Verona in primavera. “Speriamo che sia la prossima primavera – si augura Zucchero- io faccio gli scongiuri! Ovviamente mi manca il rito del concerto, l’incontro con il mio pubblico, mi manca il cantare nuove canzoni e creare un’energia positiva, una connessione, un abbraccio. Per chi fa il nostro mestiere credo sia fondamentale, forse più che fare dischi, almeno nel mio caso.”  

I duetti di una carriera

  Verso la primavera anche l’album “Duets”, una selezione delle collaborazioni di Sting con artisti come Mary J. Blige, Herbie Hancock, Eric Clapton, Annie Lennox, Charles Aznavour, Shaggy e altri. “Il duetto con Melody Gardot l’abbiamo registrato a distanza, ognuno nel proprio studio – spiega Sting -  E’ un modo moderno di di lavorare. Zucchero ed io abbiamo invece lavorato insieme. E’ bello essere in contatto. Ci manca stare insieme con il pubblico e tra noi, siamo soli da sei, nove mesi. La musica è il nostro modo di stare in contatto”.



Sannioportale.it