• MERCOLEDÌ 12 MAGGIO 2021 - SS. Nereo e Achilleo martiri

Senhit, l'Adrenalina ha mille colori e arriva col paracadute fino a Rotterdam

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright tg24.sky.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Indossa tutti i colori dell'allegri e li traduce in musica. Vanta collaborazioni con producer del calibro di Brian Higgins e Benny Benassi e performance in tutto il mondo, da Los Angeles a Londra, all’Arena di Verona. Il suo progetto #freakytriptorotterdam ha già ottenuto più di 4 milioni di visualizzazioni su Youtube. Per i fan è l'unica e fantastica Freaky Queen. Si chiama Senhit ed è la più internazionale delle artiste italiane! Il nuovo singolo è Adrenalina e ha il featuring di Flo Rida. Il brano dell'artista italo-eritrea ha uno stile internazionale in cui si fondono electro pop, suoni latini e strumenti particolari che provengono dall’Eritrea, sua terra d'origine: sono il keberö (tamburo) e il krar (chitarra). Sulle strutture armoniche ricercate si muovono la voce grintosa di Senhit e le barre di Flo Rida, il ritornello rimane in testa e un ritmo coinvolgente fa crescere…l’adrenalina! Senhit rappresenterà San Marino all'Eurovision Song Contest 2021 che si terrà a Rotterdam dal 18 maggio. Sul palco porterà una versione speciale di Adrenalina, il cui video ha la direzione artistica di Luca Tommassini. Senhit, partiamo da come è nato il singolo e dal featuring con Flo Rida. E’ volutamente in italiano il titolo e il progetto nasce diversi mesi fa quando ero abbattuta per l'annullamento dell'Eurovision Song Contest dello scorso anno. Poi si è scatenato il #freakytriptorotterdam e ho iniziato a valutare nuove proposte di brani, in lingua originale inglese. Ci ho messo di l'Italia e l'Eritrea e arrangiamenti più afro che reggaeton. Quando ho finito di comporla non pensavo all'Eurovision e ho chiesto a Flo Rida di regalarmi un po' di lui. Per l'Eurovision ci sarà solo un cameo, sarà un'altra versione. Nel video il colore dei capelli cambia spesso, ha un significato? Ho creato una esplosione di colori nel video, con Luca abbiamo spinto il desiderio dell'urgenza di vivere quindi ci vedrai colore, follia, lap, una pedana che gira...la follia deve essere viva. Mi sono divertita a trasformarmi. Essere artista non è solo cantare ma è regalare emozioni con uno spettacolo. Le prime immagini sono rovesciate. Luca Tommassini è bravo e curioso, è una spugna: si va dal Giardino di Ninfa in un momento classico al pop di LaChapelle. Perché la parte condivisa con Flo Rida è in bianco e nero? Ho lasciato a lui lo spazio che voleva purtroppo da remoto. L'assenza di colore con lui è per creare una frattura tra il video e la sua parte. Chi è oggi una freaky queen? E' un nome che mi hanno dato i matti di Eurovision. Queen mi rende strafelice e spero di esserlo anche alla finale di quest’anno. Freaky è Senhit, è gioia di vivere, positività, il mio essere bizzarro. Kebero e krar: come li hai scelti? Sono cresciuta in casa con una mamma che teneva la musica sempre accesa per creare una atmosfera. Il kebero è un tamburo che si appoggia sulle spalle e si suona laterlamente. Si è sempre suonato alle feste. Il Krar è un tipo di chitarra che esiste solo lì e nel corno d’Africa. Ho chiesto di avere un po’ della mia terra nel brano.  Penso alla mia famiglia che mentre beviamo il tè compare un tamburo accompagnato da un grido di felicità. Cosa ti aspetti da Rotterdam? Intanto spero di esserci in presenza e soprattutto di divertirmi dopo quello che è successo nell’ultimo anno. La voglia di cantare ed esprimermi che va bel oltre la competizione. Ci arriverai in paracadute? No, quella è stata una bellissima cosa ma resta unica. Intanto arriviamo là poi vediamo e comunque faremo un lancio tutti insieme col paracadute se arrivo tra i primi cinque. Un consiglio ai Maneskin che ci saranno per la prima volta?. Sono giovanissimi, hanno una canzone particolare, sono talentuosi e con un gran desiderio di esibirsi. Dico loro di divertirsi ma sappiano che il tempo della gara sarà...guerra! Oggi cosa ti mette l’adrenalina? Continuare a fare questo lavoro, cantare e divertirmi vivendo alla giornata. Io mi alzo e dico uau anche se la situazione è disastrosa. Adrenalina è svegliarmi, respirare, fare quello che mi va e sapere che la mia famiglia sta bene. Voglio mantenere l'adrenalina fino alla gara e poi trasmetterla al  mondo. La tua agenda? Ce la prendiamo con calma. Intanto lavoriamo all'allestimento sulla performance che prevede un video come fossimo in presenza qualora non si possa andare. Spero che a Rotterdam possa fare una scappata Flo Rida incrociando le dita perché negli Stati Uniti stanno peggio che da noi!



Sannioportale.it