• SABATO 23 GENNAIO 2021 - S. Messalina vergine

"La Conversione": in arrivo al Rome Independent Film Festival. VIDEO

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright tg24.sky.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


L’ex manager bancario Vincenzo Imperatore (ora consulente contro gli abusi delle banche) e l’ex galeotto Peppe De Vincentis (ora attore e drammaturgo) in un vortice di soldi e scrittura catartica. La perdizione prima e la redenzione, più tardi, in due libri, due spettacoli teatrali e in un film documentario. Ecco “La Conversione”, opera scritta e diretta da Giovanni Meola, presentata in anteprima alla XIX edizione del RIFF, il Rome Independent Film Festival ( 27 novembre- 3 dicembre) nella sezione "National Documentary Competition". Peppe era scassinatore-maestro di rapine e contrabbandiere: 30 anni di galera vissuta. Vincenzo era dirigente degli istituti di credito: poi gola profonda del sistema finanziario italiano.  

LA STORIA DI "LA CONVERSIONE"

  Un racconto-documentario che si dipana su più livelli, firmato da Meola che è regista/drammaturgo/attore napoletano e che con questa opera passa dal biopic all'inchiesta fino alla formula teatrale. Le musiche originali (fisarmonica e voce) di Daniela Esposito lasciano esplodere la volontà di confronto dei due protagonisti. Senza finzioni e senza rancori. “Sottrarre e ingannare", sostiene il regista Giovanni Meola, "sono state, a lungo, le attività principali delle vite di Peppe e Vincenzo. Entrambi, a un certo punto, hanno detto basta. Ed entrambi hanno cominciato fatalmente a scrivere e a svelare quello che erano stati, quello che avevano fatto e i segreti dei mondi dai quali provengono. Due facce di una Napoli matrigna e da sempre piena di insidie”.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it