• SABATO 15 AGOSTO 2020 - Assunzione di Maria vergine

Das Boot 2, la recensione del quinto episodio, “Guerra negli abissi”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright tg24.sky.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Das Boot 2, cos’è successo nel quinto episodio

Il quinto episodio della seconda stagione di Das Boot 2 si apre con Hagen Forster (Tom Wlaschiha) che domanda spiegazioni a Duval (Thierry Frémont) circa lo spiacevole incidente del contadino ucciso ed esposto in bella mostra fuori dalla sua fattoria. Il commissario si limita a suggerirgli di rivolgersi al suo scagnozzo Desjequier (Paul Bartel). Ma le rogne per Hagen non finiscono certo qui: si presenta infatti in commissariato un ufficiale delle SS che sostiene di essere stato inviato per un’ispezione. E visto il suo coinvolgimento con un soggetto compromettente come Simone, l’ultima cosa di cui ha bisogno Forster è qualcuno intenzionato a ficcare il naso. A pranzo in un ristorante, blandito con le specialità locali, l’SS rivela in realtà di come Forster sia in odore di promozione e gli racconta di un ambizioso progetto per risolvere il “problema organizzativo” dei prigionieri ebrei. Dalle carte che gli vengono mostrate, lo stesso Forster rimane stupito, intuendo come si tratti di qualcosa di veramente imponente.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it