• MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2021 - S. Crispino da Viterbo

Clio Make Up contro i filtri Instagram: "Importante distiguere tra realtà e finzione"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright tg24.sky.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La truccatrice e influencer beauty Clio Zammatteo, meglio conosciuta dal grande pubblico con il nome d'arte di ClioMakeUp, ha criticato i filtri migliorativi di Instagram e per farlo ha usato come mezzo di comunicazione proprio il social network da lei "incriminato". Nel postare poche ore fa un suo selfie, la make-up artist ha corredato lo scatto con una didascalia che contiene una lunga riflessione sui tempi che stiamo vivendo. Le sue parole vogliono puntare il dito sull'impatto negativo che i filtri migliorativi di IG potrebbero avere sulla realtà, sulla società e sulla mente di ciascuno di noi. "Perché quando quel filtro così apparentemente innocuo scompare mi sento più brutta, meno adeguata?”, si domanda l’influencer ponendo l’accento sulle conseguenze dei social e della finzione che spesso li accompagna, conseguenze che troppo frequentemente sottovalutiamo. "Persone più fragili, come i più giovani , gli adolescenti, o gli insicuri, i timidi" sono quelle che secondo ClioMakeUp potrebbero essere colpite negativamente dal boom di realtà filtrata, una relatà che quindi, invece, si distaccherebbe molto dalla verità. Nulla a che vedere con la realtà vera e propria, insomma. Le realtà distorte che nascono sui social potrebbero così portare a "ossessioni o forme di depressione", come scrive nel suo post. "Spero che là fuori voi possiate distinguere la realtà dalla finzione”, conclude Clio Zammatteo condividendo la sua riflessione che si inserisce nel dibattito molto attuale del body positive.



Sannioportale.it